Reteiblea

Alessandra Sgarlata (Ragusa Prossima): “Sulla differenziata avevamo ragione, già i primi ritardi”

Alessandra Sgarlata (Ragusa Prossima): “Sulla differenziata avevamo ragione, già i primi ritardi”
Aprile 26
10:242018

“Dispiace dire che avevamo ragione. Ma, purtroppo, le circostanze ci hanno fatto comprendere che le nostre preoccupazioni erano fondate. I fatti, insomma, sono questi”. A dirlo Alessandra Sgarlata, candidata al Consiglio comunale per Ragusa Prossima a sostegno del candidato sindaco Giorgio Massari, dopo le comunicazioni fatte ieri dall’amministrazione comunale sul servizio di raccolta differenziata che non partirà più come era stato annunciato trionfalmente nei mesi scorsi ma che, piuttosto, sarà attivato a tappe, in tre step, dal 7 maggio sino al 3 settembre. “La fantomatica differenziata voluta dal sindaco Piccitto – sottolinea Sgarlata – avrebbe dovuto fare la differenza per la città. Eppure, ancora una volta, l’Amministrazione a Cinque Stelle mette in rilievo la propria gestione approssimativa. Si è arrivati a pochi giorni prima dall’avvio annunciato del servizio per comunicare a tutta la città che non sarebbe stato così e che, piuttosto, ci sarà ancora da attendere. Comprensibile il fatto che possano sorgere dei problemi ma finora abbiamo potuto appurare che la partenza del servizio è stata predisposta in maniera alquanto precaria. Ovviamente, speriamo che la nuova amministrazione possa apportare le migliorie necessarie al servizio in questione per far sì che lo stesso funzioni al cento per cento. E auspichiamo che sia l’amministrazione Massari a gestirlo avendo le idee chiare per portare avanti un discorso finalmente organico e articolato. Tutte le pecche che abbiamo per il momento individuato, e che sono state messe a nudo anche dall’Amministrazione Piccitto, devono essere migliorate. Abbiamo lanciato l’allarme dopo avere ascoltato le preoccupazioni dei cittadini. Abbiamo verificato e abbiamo avuto ragione. Pensiamo che debba essere fondamentale potere svolgere questo servizio nella maniera migliore già a partire dal 7 maggio, naturalmente mettendo i ragusani nella condizione di potere collaborare appieno”.

About Author

Redazione

Redazione

Related Articles