Reteiblea

Decoro Urbano. Progresso e Futuro: “Occorre censire tutti gli immobili abbandonati o lasciati all’incuria. Il recupero del centro storico passa anche da una sistematica restaurazione degli edifici”

Decoro Urbano. Progresso e Futuro: “Occorre censire tutti gli immobili abbandonati o lasciati all’incuria. Il recupero del centro storico passa anche da una sistematica restaurazione degli edifici”
Aprile 07
11:292018

Giovedì 5 aprile i Vigili del Fuoco, allertati da un cittadino, sono dovuti intervenire a Ragusa Ibla, e precisamente in via Capitano Bocchieri dietro il Duomo, per mettere in sicurezza un muro il cui intonaco si era gonfiato.

“Dopo le primissime indagini si è scoperto che quell’edificio è disabitato e lasciato all’incuria. Per fortuna niente di grave e nessuno si è fattto male, ma a questo punto ci poniamo una domanda: può una città come Ragusa, patrimonio dell’Unesco, rinomata in tutto il mondo per la sua architettura tardobarocca, accettare che edifici a pochi passi da importanti monumenti ed esercizi commerciali molto conosciuti possono essere così trascurati? In alcuni casi si pone un problema di sicurezza, in altri, come per questo episodio, si tratta di decoro urbano. Questo non è un bel biglietto da visita, non possiamo mostrare case diroccate, abbandonate e perciò fatiscenti al fianco del nostro patrimonio monumentale. E’ una questione di sicurezza, ma anche di decoro urbano.
Serve un censimento di tutte le case disabitate o semplicemente abbandonate, per avviare una seria opera di ristrutturazione, anche coatta. Un’operazione indubbiamente non punitiva, in fondo l’unico interesse è quello generale. Per questo il Comune sarà al fianco dei cittadini anche con defiscalizzazioni o sovvenzioni mirate”. Lo dichiara il presidente Pippo Occhipinti e il direttivo di Progresso e Futuro, il movimento di imprenditori che sostengono la candidatura a sindaco di Sonia Migliore.

“Già – continua il presidente Occhipinti insieme al direttivo di Progresso e Futuro – abbiamo trattato della questione del recupero urbano, della rivitalizzazione dei nostri centri storici, che vanno ripensati nella loro totalità affinché diventino realmente inclusivi. Una rivoluzione in grado di attrarre residenti, di valorizzare gli immobili del centro conformandoli agli standard di vita attuale e perciò capace di incentivare anche la nascita di nuove imprese commerciali. E’ in questo quadro che si inserisce questa attività di censimento degli immobili privati, quasi un sottocapitolo del nuovo piano regolatore e urbanistiico pensato dal candidato a sindaco Sonia Migliore, ma non per questo meno importante. L’accoglienza turistica è fatta anche con questo tipo di interventi. Nessuno vuole visitare una città e ritrovarsi davanti a casa diroccate o mai restrutturate”.

About Author

Redazione

Redazione

Related Articles