Reteiblea

Lab. 2.0: “Alunni disabili? Ragusa faccia come il Comune Vittoria”

Lab. 2.0: “Alunni disabili? Ragusa faccia come il Comune Vittoria”
febbraio 23
17:18 2018

“Anche nel Comune di Ragusa, dal mese di gennaio, i disabili sensoriali che frequentano le scuole dell’obbligo, in particolare i minorati della vista, non usufruiscono più dell’assistenza extra scolastica che era di competenza del Libero Consorzio dei Comuni, cioè della ex Provincia Regionale. Una situazione grave che danneggia soprattutto gli alunni, ma anche le loro famiglie”. Lo denuncia a gran voce il direttivo del Laboratorio politico 2.0.
“L’attuale normativa – spiegano dal movimento civico – non prevede al momento che i Comuni si occupino di tali servizi. Eppure il vicino Comune di Vittoria, con una apposita delibera di Giunta, ha provveduto a trovare le risorse necessarie per garantire che l’assistenza prosegua. Una risposta concreta nei confronti di un problema serio e che andrebbe adottata anche a Ragusa”.
“Invitiamo la Giunta grillina di Ragusa a seguire immediatamente il buon esempio dato da quella del sindaco Moscato con il lavoro dell’assessore Barrano – continuano – perché è dovere di ogni buona amministrazione occuparsi delle fasce più deboli della comunità e essere celeri nel risolvere i loro problemi. In questo caso bisogna intervenire assolutamente per non limitare il diritto allo studio di questi giovani. Si tratterebbe di un impegno di spesa annuo che si aggira intorno alle 9mila euro per coprire i costi relativi all’assistenza extra scolastica per singolo bambino non vedente e 6mila euro circa per ogni bambino non udente. In ogni modo presenteremo un nostro atto di indirizzo per impegnare l’Amministrazione a deliberare questo fondamentale servizio alle famiglie”.
“Se il Laboratorio 2.0 sarà nelle condizioni di amministrare la città con il proprio candidato sindaco Sonia Migliore, che si é occupata dei non vedenti (le mappe braille e i percorsi per non vedenti in alcune strade cittadine e al palazzo comunale, sono frutto di una sua battaglia iniziata nel 2006) – concludono – l’attenzione nel campo del welfare e dei servizi ai disabili sarà sempre massima in continuo raccordo con le associazioni che di questi temi si occupano”.

About Author

Redazione

Redazione

Related Articles