Reteiblea

Disabili sensoriali, l’assessore Barrano: “Approvata delibera in giunta per garantire supporto e servizi”

Disabili sensoriali, l’assessore Barrano: “Approvata delibera in giunta per garantire supporto e servizi”
febbraio 20
13:14 2018

Con la recente approvazione in Giunta di una delibera, l’assessore ai Servizi Sociali Daniele Barrano di Vittoria, comunica che i servizi assistenziali a favore degli alunni ciechi e sordi (disabili sensoriali) saranno garantiti dall’Amministrazione comunale.

“Il nostro impegno primario – spiega l’assessore – è garantire servizi, specie agli alunni con disabilità. Per questa ragione – nonostante la cessazione da parte del Libero Consorzio dei servizi di assistenza per gli alunni delle scuole materne, elementari e medie – ci siamo impegnati per trovare subito le risorse economiche volte a garantire supporto e assistenza.
Così la Giunta municipale ha adottato una specifica delibera che ci consente di continuare a garantire il servizio in questione. Nonostante quindi il taglio dei servizi dell’ente intermedio abbiamo fortemente voluto assicurare i servizi per tutti gli alunni e si tratta, ovviamente, di uno sforzo economico non indifferente. Ma a fronte di una simile speciale necessità non potevamo non intervenire con fermezza e tempestività. L’amministrazione ha avviato subito un lavoro di reperimento dei fondi necessari ed è stata data massima priorità alle esigenze della comunità e, in questo caso, degli studenti delle scuole materne, elementari e medie.
Infatti allo stato attuale il Libero consorzio comunale di Ragusa garantisce solamente i servizi di assistenza in favore degli alunni con disabilità sensoriale e psicofisica che frequentano le scuole secondarie di secondo grado e gli altri istituti superiori. Abbiamo il dovere di dare risposte ed è quello che abbiamo fatto adottando le relative misure in seno all’esecutivo cittadino a cui da subito daremo specifica attuazione. La tutela dei nostri ragazzi viene al primo posto e la delibera approvata ci consentirà di sostenere gli studenti in questione e di stare vicini alle loro famiglie”.

About Author

Redazione

Redazione

Related Articles