Reteiblea

Bellina (PD) chiede al Comune di istallare due semafori pedonali a Marina di Ragusa

Bellina (PD) chiede al Comune di istallare due semafori pedonali a Marina di Ragusa
Aprile 01
13:09 2017

“La bella stagione è alle porte ma, come sempre, a Marina di Ragusa i problemi, per così dire, di ordine pubblico rimangono”. A sottolinearlo è Antonella Bellina, delegata per la frazione rivierasca del circolo Pippo Tumino del Pd. “L’Amministrazione comunale continua a spendere soldi – continua Bellina – per cose inutili, come la costruzione di una rotatoria all’altezza dell’ex “Fazenda” che, a parere di molti, oltre a non avere senso è pure molto pericolosa. Stiamo parlando di un tratto di strada che da anni è fruito in gran parte da podisti e ciclisti oltre che dal normale flusso veicolare. In ciò trascurando o meglio dimenticando completamente altre zone di certo più pericolose per l’incolumità dei cittadini”. E Bellina prosegue: “Da anni constatiamo i disagi con cui molti cittadini, residenti e villeggianti, fanno i conti nell’ attraversare certe strade ad alto concentramento veicolare. La mancanza di dissuasori di velocità e l’indisciplina degli automobilisti mette a serio rischio l’incolumità delle persone. Le due zone a cui facciamo riferimento, che tra l’altro sono strade di collegamento, sono frequentate molto spesso da pedoni, podisti e ciclisti, che devono zigzagare a loro rischio e pericolo tra le auto, camion e moto che circolano a velocità sostenuta. Per questo motivo chiediamo all’Amministrazione comunale di prendere urgentemente provvedimenti. Sollecitiamo semplicemente l’installazione di due semafori pedonali. Uno tra le vie Ammiraglio Luigi Rizzo e via Giovanni La Porta. L’altro tra via Cervia e via San Josèmaria Escrivà. Ci auguriamo che i nostri amministratori e soprattutto l’assessore competente si rendano conto della vera pericolosità della situazione e diano presto segnale di correttezza e rispetto verso tutti i cittadini. Una buona amministrazione tutela tutti i cittadini, non soltanto alcuni”. 

About Author

Redazione

Redazione

Related Articles