Reteiblea

Sempre più cittadini a Ragusa utilizzano il portale Linkmate per conoscere la propria posizione contributiva

Sempre più cittadini a Ragusa utilizzano il portale Linkmate per conoscere la propria posizione contributiva
Novembre 30
16:37 2016

Il servizio online promosso dall’Amministrazione comunale che consente agli utenti di collegarsi al Portale Linkmate ( accesso diretto possibile tramite il Portale del contribuente sull’home page del sito del Comune) per una consultazione della propria posizione contributiva relativamente ai tributi TARI/IMU/TASI, ha fatto registrare una buona percentuale di accesso da parte degli utenti. Limitatamente alla TARI gli utenti che si sono collegati al Portale sono stati n. 1.508, mentre da marzo ad oggi gli accessi complessivi al Linkmate sono stati ben 8.974, con punte di n.370 utenti collegati,giorno 2 novembre e n. 362 giorno 3 novembre.
Per quanto concerne invece l’afflusso dei contribuenti agli sportelli dell’Ufficio tributi di via Spadola per le bollette TARI, sulla base del dato che può essere rilevato dalle numerazioni dell’elimina code, le presenze registrate ad oggi sono state 1.937 a cui vanno aggiunti 484 utenti, ricevuti su appuntamento nelle giornate pomeridiane di apertura al pubblico. Su 32.919 bollette TARI emesse, solo 878 sono state ricalcolate.
“Questi dati forniti dal Settore Tributi – dichiara l’assessore al ramo Stefano Martorana – confermano quanto abbiamo avuto modo più volte di dichiarare e cioè che il margine di errore, del tutto fisiologico nelle bollette TARI, era estremamente basso. Infatti soltanto il 7% dei contribuenti si è recato per chiarimenti all’Ufficio TARI che ha avuto modo di verificare una bassa percentuale di errore che è stata del 2,67% sulle bollette emesse. Da rilevare infine che il servizio fornito dal Portale Linkmate a disposizione dei cittadini si sta rilevando particolarmente gradito ed efficace in quanto utilizzato sempre di più al fine conoscere la propria posizione contributiva senza doversi recare necessariamente, con inevitabile perdita di tempo, presso l’Ufficio tributi del Comune”.

About Author

Redazione

Redazione

Related Articles