Reteiblea

Continua l’operazione trasparenza dell’Inps: “Inps a porte aperte”

Continua l’operazione trasparenza dell’Inps: “Inps a porte aperte”
Novembre 30
12:29 2016

Prosegue l’operazione trasparenza “Inps a porte aperte”.
La sezione è dedicata a migliorare il rapporto informativo tra Ente e cittadini, al di là degli obblighi prescritti dalla legge. L’obiettivo è quello di rendere più chiare le regole previste per la composizione e l’effettivo funzionamento dei maggiori fondi speciali gestiti dall’Istituto e di quelle categorie di lavoratori che usufruiscono di particolari regole contributive e previdenziali e nel contempo di rendere noti i principali meccanismi di funzionamento dall’Istituto. L’iniziativa fa parte di quell’operazione trasparenza annunciata dal presidente Inps, Tito Boeri, all’atto del suo insediamento.

Viene pubblicata oggi una scheda informativa sul contact center INPS-Inail-Equitalia.

Il Contact center di Inps, Inail e Equitalia gestisce circa 1.900.000 contatti al mese. I servizi forniti dagli operatori telefonici sono verificati dai tre enti tramite un apposito sistema di monitoraggio, residente su sistemi di proprietà dell’Istituto e collocato nel Centro Elettronico dell’INPS.

Con determinazione della Direzione Risorse Strumentali dell’Istituto, il 17 marzo 2010 è stato aggiudicato, a seguito di procedura di gara europea, il servizio di contact center INPS-INAIL al RTI composto dalla mandataria Transcom Wordwide Spa e dalle mandanti Visiant Contact Srl (già Visiant Contact Centre Srl) e Indra Italia Spa (già Visiant Galyleo Spa). Il contratto è stato stipulato il 15/6/2010 per un periodo di 36 mesi, con facoltà di ulteriori 3 rinnovi annuali. L’iniziale contratto era di importo complessivo pari a € 98.622.190 (IVA esclusa) fino al 15 giugno 2013.

Nel corso del 2012, la società Equitalia ha aderito, tramite apposita convenzione, al contratto del Contact Center Multicanale.

Inps, Inail ed Equitalia, con propri provvedimenti amministrativi adottati dai direttori competenti, in considerazione della positiva attività realizzata dagli operatori aggiudicatari, hanno successivamente autorizzato la spesa per la prosecuzione del servizio per tre volte.

Nel corso dell’ultimo rinnovo annuale del contratto sono iniziate le attività necessarie a definire la documentazione della nuova gara ad evidenza pubblica.

L’impianto di gara era già pronto a fine dicembre 2015, ma sono state necessarie rilevanti modifiche per tener conto di importanti novità normative nel frattempo sopraggiunte.
Nella scheda pubblicata sul sito sono puntualmente riportate le varie fasi del percorso normativo seguito dall’Istituto.

About Author

Redazione

Redazione

Related Articles