Reteiblea

Ragusa. Chiusa un’altra casa a luci rosse. Il cliente: “Erano brutte, ma ho consumato ugualmente per non offenderle”

novembre 12
13:55 2016

Si spostano in una villetta isolata per prostituirsi lontane da occhi indiscreti, ma i vicini non tolleravano le code di auto davanti le loro abitazioni.
La Polizia di Stato, chiude un’altra “casa a luci rosse” a Ragusa, diffida l’affittuaria e allontana dal territorio due prostitute extracomunitarie.
Il cliente: “mi sono sentito preso in giro, su internet avevano messo foto di ragazze molto carine, arrivando in casa ho avuto una brutta sorpresa ma ho consumato lo stesso perché non volevo offendere le due donne”.
Le due donne offrivano sesso “a tre” con richieste economiche molto più esose.

About Author

Redazione

Redazione

Related Articles