Reteiblea

Scirocco pericoloso, la Sicilia va a fuoco

Scirocco pericoloso, la Sicilia va a fuoco
Giugno 17
11:502016

Il calore di questi giorni ed il forte scirocco che spazza l’isola, hanno già prodotto i primi effetti negativi. Secondo Repubblica, in totale nella giornata di ieri si sono sviluppati oltre 500 incendi: un inferno in terra. Fortunatamente non ci sono state vittime o feriti gravi, ad eccezione di un unico ustionato grave nella provincia di Messina.

Le situazioni più pericolose si sono verificate nel palermitano, nei dintorni del capoluogo regionale e nella zona di Cefalù (con la chiusura di un tratto dell’autostrada Palermo-Messina): asili evacuati e canadair impossibilitati a spiccare il volo per il forte vento sono state le parole più usate nella giornata di ieri. Ancora oggi quei vasti incendi non si sono esauriti, mentre è stata avviata l’attività degli inquirenti per l’individuazione della natura dolosa dei roghi (e dei relativi responsabili). Infatti, il numero elevato di incendi interessanti la giornata di ieri fanno sinistramente pensare ad una sorta di “attacco coordinato”, anche se non si sa bene in nome di quali interessi.

Fuoco e scirocco hanno imperversato anche nel ragusano: in particolare, la situazione più seria si è verificata nei pressi di Monterosso Almo. L’incendio più esteso ha interessato l’area di Cava Salice, segnalato alle 15:00 di ieri e domato solamente in serata, alle 21:00. Un altro incendio, molto vasto, è esploso presso contrada Gravara Ragoleto. Quest’incendio non è stato ancora spento del tutto, ed è stato necessario l’intervento di un canadair e quattro autobotti prima di poterlo porre sotto controllo (ufficialmente dalle 8:00 di stamane), e poter poi procedere con lo spegnimento delle fiamme.

Quello degli incendi che accompagnano l’arrivo della stagione calda rimane uno dei temi di maggior criticità per il nostro territorio e per tutta la Sicilia. Con l’arrivo di questo periodo dell’anno vale sempre la pena ricordare che in caso di avvistamento di un rogo è necessario chiamare i numeri di emergenza 115 (Vigili del Fuoco) e 1515 (Corpo Forestale).

About Author

Carmelo Dipasquale

Carmelo Dipasquale

Related Articles