Reteiblea

Ballottaggio, Aiello guarda al M5S e a Progetto Impresa?

Ballottaggio, Aiello guarda al M5S e a Progetto Impresa?
Giugno 15
11:302016

Pochi giorni al turno di ballottaggio per le comunali di Vittoria: siamo agli sgoccioli per quello che sarà il confronto tra Giovanni Moscato e Francesco Aiello. Ed è quest’ultimo a mandare segnali di pace all’elettorato di due liste che hanno concorso come avversarie alla tornata elettorale di domenica 5 giugno: quella del M5S e quella di Progetto Impresa.

Aiello alla prova del dialogo

Con un comunicato dell’altro ieri, Il M5S Vittoria ringraziava gli elettori per il supporto dato alla candidatura di Carmelo Giurdanella e, soprattutto, ribadiva la mancata presa di posizione ufficiale all’interno dello schema delle alleanze che solitamente precedono il voto del ballottaggio; tuttavia, i pentastellati Ipparini non rinunciavano a lanciare una sorta proposta, che al contempo assumeva le caratteristiche di una sfida: in sostanza il M5S invitava i due candidati a sposare il “programma dei 5 punti”, mantra del Movimento per la guida delle amministrazioni.

Oggi, forse l’invito è stato in qualche modo colto: con una lettera aperta il candidato sindaco Francesco Aiello ha riconosciuto al M5S la seria volontà di mettere in moto un “rinnovamento della politica e delle Istituzioni”. Aiello ha quindi risposto con la diplomazia al messaggio dei pentastellati, asserendo di condividere (o di voler discutere) il nucleo fondamentale del programma a 5 Stelle.

Francesco Aiello ha risposto direttamente su diversi dei punti programmatici, fornendo alcune indicazioni all’elettorato del M5S: dal tema caldo delle indennità (“opereremo per riduzioni autodeterminate sulla base di un sentire condiviso che comunicheremo alla cittadinanza”) a quello del bilancio partecipato (“è da noi condiviso e ci pone di fronte a uno sforzo collettivo di democrazia partecipata, reale ed impegnativa. Crediamo che questo sforzo vada perseguito per consentire alla cittadinanza una partecipazione attiva e responsabile alla programmazione delle previsioni finanziarie e della spesa dell’Ente”), ed altri ancora.

Aiello bussa quindi alla porta dell’elettorato a 5 Stelle, in vista di domenica 19 giugno, e lo fa sussurrando parole al miele dalla serratura: “non possiamo e non vogliamo sottovalutare il contributo che il M5S può dare alla crescita economica e morale della Città di Vittoria, a prescindere dalle differenze che sussistono con alcuni profili politici e programmatici della Coalizione che ho l’onore di rappresentare”.

Discorso analogo per Progetto Impresa. Anche su questa lista, che aveva candidato Enzo Statelli a sindaco di Vittoria, si rivolge l’attenzione di Francesco Aiello, che ha elogiato gli sforzi che avevano dato vita ad un progetto “articolato, professionale, molto affine” a quello da lui presentato.

Anche in questo caso, una mano tesa ed un invito che appare più che un semplice sussurro: “ho avuto modo di verificare direttamente la capacità del gruppo di muoversi a 360 gradi sui temi dello Sviluppo e della Identità urbana, dell’economia e delle problematiche ambientali oltre che della Sicurezza. Basta ripercorrere i capitoli programmatici per apprezzare la concretezza e la forza di alcuni proponimenti”.

Se gli elettori del M5S Vittoria e di Progetto Impresa accettassero la mano tesa di Aiello, è indubbio che le possibilità dell’ex sindaco di instaurarsi nuovamente alla guida della città aumenterebbero considerevolmente, data la creazione di un ampio fronte comune. Ma sarà una decisione da prendere in tempi brevi: domenica è sempre più vicina e il tempo delle strategie si accorcia. Dopodiché parleranno i numeri e i fatti.

About Author

Carmelo Dipasquale

Carmelo Dipasquale

Related Articles