Reteiblea

Incontro proficuo all’Asp sui nodi cruciali della sanità modicana

Incontro proficuo all’Asp sui nodi cruciali della sanità modicana
Marzo 24
12:442016

Ieri pomeriggio il sindaco di Modica, Ignazio Abbate, nel corso di un lungo vertice con il direttore generale dell’ASP di Ragusa, Maurizio Aricò, il direttore sanitario Pino Drago e il direttore amministrativo Elvira Amata, ha presto informazioni sull’iter della riforma sanitaria in provincia. In particolare, al centro dell’incontro, i trasferimenti dei reparti di Otorino e Malattie infettive da Ragusa e di Psichiatria da Scicli verso Modica, i concorsi per l’assunzione di nuove unità lavorative ed i lavori di manutenzione per gli edifici dell’ex Inam di via Vittorio Veneto e della nuova ala del Maggiore, con specifico riferimento al parcheggio. Per quanto riguarda il trasferimento dei reparti, il primo cittadino ha ricevuto rassicurazioni che è tutto pronto e che già subito dopo Pasqua cominceranno i traslochi. Sui concorsi che porteranno nel solo nosocomio modicano ben 109 unità in più, tra medici, ausiliari ed infermieri, è stato spiegato che manca solo il via libera da parte della Regione sul provvedimento operativo per l’indizione dei concorsi. Anche qui l’attesa dovrebbe essere ormai agli sgoccioli. Sui lavori di manutenzione degli edifici sanitari e sul completamento del Maggiore, si utilizzeranno i ribassi d’asta provenienti dal Pronto Soccorso e dalla nuove sale operatorie. Con questi fondi verrà ristrutturato il palazzo ex-Inam di via Vittorio Veneto e realizzato il nuovo parcheggio a servizio dell’Ospedale Maggiore. “Come sempre ho trovato molta collaborazione nei miei interlocutori – ha dichiarato al termine della riunione il sindaco Abbate – ed i risultati si cominceranno a vedere a breve con i trasferimenti dei reparti da Ragusa e Scicli. Attenderemo quindi notizie dalla regione per i concorsi, che so essere molto attesi, e sugli importi che avremo a disposizione per i lavori da realizzare nell’ex Inam e nell’ala nuova del Maggiore. Insomma si stanno sistemando tutte le tessere del puzzle della sanità modicana che farà del nostro Ospedale un punto di riferimento per tutto il territorio”.

About Author

Redazione

Redazione

Related Articles