Reteiblea

Lavima (UDC): “Devo prendere atto che il partito a Ragusa non è presente”

Lavima (UDC): “Devo prendere atto che il partito a Ragusa non è presente”
Marzo 08
19:09 2016

Oggi il consigliere comunale, Sonia Migliore, ha inviato una lettera aperta ai vertici provinciali, regionali e nazionali del suo partito, con la quale comunica le sue dimissioni dalla Segreteria Regionale dell’UDC, all’interno della quale detiene pure la delega agli Enti Locali.

Le dimissioni le motiva prima criticando le politiche del governo Crocetta e poi lanciando una frecciata ai suoi vertici, rei di non considerarla abbastanza.
“La distruzione della forza lavoro della formazione in Sicilia, l’abolizione tout court delle Province, senza pensare alle ricadute, la dismissione delle ASI, gioiello della terra iblea, il destino segnato per l’Università di Ragusa, la perdita della Legge su Ibla, la mortificazione del CORFILAC,lo smantellamento del sistema sanitario ragusano, il taglio ai fondi per il trasporto dei disabili: sono stati tutti colpi mortali sferrati alla comunità ragusana e al suo tessuto sociale ed economico, nella più totale indifferenza della classe politica che sorregge questo governo regionale”.

“In tutto questo massacro sociale – prosegue e qui l’attacco ai suoi vertici – ho provato ad intromettermi, in data 11.09.2015, con una lettera aperta che Vi ho inviato, per esempio sull’Università e appellandomi alla mia delega di responsabile per gli Enti Locali della Segreteria regionale del Partito, ma non ho ricevuto alcuna risposta”.

Per tutto ciò, la Migliore dichiara: “Non più derogabile e ammissibile la mia permanenza in tale ruolo dinanzi alla consapevolezza del ruolo determinante, ed in questo caso devastante, che ha avuto questo Governo Regionale”.

Come mai i vertici dell’Udc l’hanno ignorata? Una chiave di lettura ce la fornisce il segretario provinciale dell’UDC, Pinuccio Lavima, che raggiunto telefonicamente dichiara: “La Migliore, in questa lettera, ha espresso tutto il suo disagio, non nascondo che queste affermazioni hanno creato disagio pure a me. Lei è la coordinatrice dell’Udc a Ragusa, è la capogruppo in Consiglio dell’Udc, rappresenta, ha rappresentato sino ad oggi, il partito dell’Udc a Ragusa, ma negli ultimi due anni, è innegabile, si è dedicata esclusivamente al Laboratorio 2.0, il movimento che lei ha contribuito a fondare e questo devo dire mi provoca disagio. Devo prendere atto che il partito a Ragusa non è presente, visto che il suo impegno è rivolto altrove. Io – continua Lavima – ringrazio la Migliore per il suo impegno politico, ma questa occasione servirà, quanto prima, per fare chiarezza. Noi una domanda ce la poniamo, in questi due anni la Migliore ha parlato e lavorato esclusivamente per il suo Movimento? Potrò sbagliarmi, ma non mi ricordo un suo intervento in nome dell’Udc. Il Partito non l’ha mai osteggiata, però… Di sicuro, oggi, si pone un problema di rappresentatività del partito nella città di Ragusa”.

Molto più diplomatico è stato l’onorevole Orazio Ragusa, che di sicuro non ha gradito i modi della consigliera Migliore. Avrebbe preferito, infatti, un confronto diretto e sereno, piuttosto che una lettera data in pasto ai media. Così ci ha risposto: “Noi rifiutiamo le sue dimissioni, poi se lei pensa veramente che i disastri che il Governo regionale sta combinando siano tutti ascrivibili all’Udc, libera di farlo. Anche se questa mi sembra un’accusa gratuita ed ingiusta. Noi siamo dei componenti del Governo e se ciò non ci esime da responsabilità, non significa che la colpa sia tutta nostra. Vorrei ricordare all’amica e collega Migliore – specifica l’onorevole – che l’unico deputato che si è occupato di disabili nella finanziaria si chiama Orazio Ragusa, ma questa è,forse, un’altra storia. Comunque la Migliore è un patrimonio del nostro partito, per questo quanto prima dovremo incontrarci per vedere di chiarire questa spiacevole situazione”.

About Author

Rosario Distefano

Rosario Distefano

Related Articles