Reteiblea

Dario Cartabellotta incontra i sindaci dei comuni iblei per definire priorità di interventi nella logica del Libero Consorzio Comunale

Dario Cartabellotta incontra i sindaci dei comuni iblei per definire priorità di interventi nella logica del Libero Consorzio Comunale
Gennaio 09
17:472016

Uno dei suoi primi atti come riconfermato commissario straordinario del Libero Consorzio Comunale di Ragusa, oltre quello di disporre in via straordinaria la riattivazione dei servizi per gli studenti disabili, Dario Cartabellotta ha voluto incontrare i sindaci dei comuni iblei per definire priorità di interventri comuni e soprattutto programmare un’attività sinergica in vista della costituzione del Libero Consorzio Comunale di Ragusa. Nel suo intervento Cartabellotta ha proposto ai sindaci una sorta di ‘road map’ su alcuni temi di interesse generale come l’accelerazione di spesa sui fondi ex Insicem, il problema dei rifiuti, la nuova programmazione europea e la condivisione di alcune scelte nella fuoriuscita o meno di alcune società partecipate come la Sosvi, la Film Commission Ragusa e il Consorzio Autostrade Siciliane.
“Diamoci un metodo di lavoro da qui al 30 giugno – ha detto Cartabellotta ai sindaci intervenuti – per ‘aggredire’ alcune problematiche e soprattutto fare azioni nella logica già del Libero Consorzio Comunale. Nonostante il mio impegno iniziale sui fondi ex Insicem con la scelta dell’incentivazione per le rotte dell’aeroporto di Comiso, si segna il passo sulla realizzazione di alcune opere assegnate ai Comuni e qui c’è bisogno di una forte intesa per addivenire a nuove soluzioni col finanziamento di nuovi progetti”.
Il sindaco di Modica Ignazio Abbate ha proposto di privilegiare i progetti cantierabili rispetto a quelli previsti nell’accordo di programma del 2006 qualora gli enti che li hanno in carico accusano ritardo nella progettazione. Il vice sindaco di Comiso Gaetano Gaglio ha proposto che sulla nuova programmazione europea si individuino interventi di priorità per tutto il territorio presentando progetti condivisi per evitare la frammentazione e il rischio di non vederli finanziati. Ha posto poi con forza il problema del randagismo che sta diventando un’emergenza per diversi comuni e quindi di trovare una soluzione condivisa e unitaria per tutti.
Sulle società partecipate Cartabellotta dopo aver ascoltato i sindaci e il loro impegno ha deciso di mantenere la partecipazione alla Sosvi e alla Film Commission Ragusa.

About Author

Redazione

Redazione

Related Articles