Reteiblea

Il sindaco Ammatuna è il nuovo presidente del distretto turistico degli iblei

Il sindaco Ammatuna è il nuovo presidente del distretto turistico degli iblei
ottobre 02
14:16 2015

Nuovo presidente e nuovo vicepresidente per il comitato strategico del Distretto turistico degli Iblei. Il comitato strategico è l’organismo di rappresentanza dei soci fondatori di matrice pubblica. Per statuto, dopo un anno, viene rinnovato in automatico. Ieri, alla carica di presidente è stato eletto il sindaco di Pozzallo, Luigi Ammatuna, e di vice il sindaco di Rosolini, Corrado Calvo, in sostituzione rispettivamente dei sindaci di Comiso, Filippo Spataro, e di Chiaramonte, Vito Fornaro. “Non era nei miei programmi, considerati gli impegni che ho, in qualità di primo cittadino di una realtà di frontiera come Pozzallo che in questo momento storico sta vivendo una fase difficile per il fenomeno dell’immigrazione – dice il sindaco Ammatuna – assumere un incarico del genere. Ma ho accettato perché i colleghi hanno insistito. E ho detto loro che avrei continuato sulla falsa riga dell’azione portata avanti Spataro per garantire un unicum rispetto a quanto accaduto prima e quindi portare avanti le dinamiche del Distretto nell’interesse della collettività, dei territori, per cercare di garantire ai centri che fanno parte di questa speciale aggregazione un ritorno sostanziale, allo scopo di veicolare ancora meglio il bellissimo territorio che abbiamo. Ringrazio chi ha avuto fiducia in me e spero di non deludere”. Il neovicepresidente Calvo aggiunge: “A nome mio e della Giunta che mi onoro di presiedere, saluto con grande favore questo gesto di estrema cortesia ma che, secondo me, intende fornire un significato vero alla partecipazione del nostro Comune che ha voluto far parte di questo Distretto pur appartenendo alla provincia di Siracusa. A ogni modo, la matrice di Rosolini è di provenienza iblea, la cultura dei muri a secco, ad esempio, nasce nel Ragusano ma si propaga sino al nostro Comune dopodiché svanisce. Noi ci sentiamo molto legati al comprensorio ibleo e questa elezione è un atto encomiabile che rende onore a chi ha proposto e votato. Vogliamo collaborare e contribuire al progresso di questo lembo di Sicilia che vogliamo rendere sempre di più protagonista del ruolo che le compete nel contesto dello scenario siciliano. Cercheremo di essere all’altezza del compito che ci è stato attribuito”. Il sindaco Spataro, invece, traccia un sintetico bilancio dell’attività svolta nell’anno di presidenza del comitato strategico. “Senz’altro positivo – spiega – un’avventura che è stata molto formativa e, a tratti, entusiasmante. Quando ho preso le redini di questo comitato strategico, stavamo pianificando tutti quei progetti che ci hanno consentito di incassare risultati molto importanti con l’aeroporto Pio La Torre come testimonia l’incremento del numero dei passeggeri dello scalo. Abbiamo tra l’altro incassato la firma della convenzione con la Soaco per quanto attiene l’installazione di un infopoint all’interno dell’aeroporto che, come già detto in altre occasioni, faremo gestire al Distretto in ragione del know how che lo stesso è in grado di esprimere. Come un anno fa fu scelto il sindaco di Comiso in ragione dell’aeroporto, stavolta, e mi fa piacere che le mie indicazioni siano state accolte in maniera positiva, era opportuno che tutti i primi cittadini si stringessero attorno al sindaco di Pozzallo in quanto massimo rappresentante di una città che è diventata punto di frontiera. Il segnale è anche quello di fare comprendere al primo cittadino pozzallese la nostra vicinanza. Così come senz’altro positivo pure il fatto di coinvolgere in maniera più diretta il Comune di Rosolini”. Il presidente del comitato direttivo del Distretto turistico degli Iblei, Giovanni Occhipinti, esprime soddisfazione per la grande convergenza fatta registrare in occasione di un momento così importante. “Questo vuol dire – spiega Occhipinti – che la mission del Distretto sembra essere stata percepita nella maniera migliore da tutti gli enti pubblici che ne fanno parte i quali, in maniera monolitica, hanno voluto fornire una indicazione specifica circa la rappresentanza da esprimere. Faccio naturalmente gli auguri di buon lavoro al neopresidente e al vice del comitato strategico e sono convinto che, assieme, riusciremo a compiere il lavoro specifico per il quale siamo stati chiamati ad intervenire in maniera concreta con la necessità di promuovere nella maniera migliore il territorio, creando tutte quelle occasioni di crescita e di sviluppo che, intercettando fondi europei, possono determinare una svolta essenziale alle dinamiche turistiche della nostra zona”.

About Author

Redazione

Redazione

Related Articles