Reteiblea

Dichiarazione del Consigliere comunale di Sinistra Ecologia e Libertà, Vito D’Antona

Dichiarazione del Consigliere comunale di Sinistra Ecologia e Libertà, Vito D’Antona
ottobre 02
14:05 2015

La riunione del Consiglio comunale di Modica, precipitosamente convocata l’ultimo giorno utile per l’approvazione delle aliquote dei tributi locali, ha confermato, come già avvenuto nel 2014, che la tassazione a carico dei cittadini continua ad essere tra le più alte della provincia.
Rimangono immutate le aliquote Imu e l’addizionale Irpef.
Viene nuovamente confermata la Tasi con le stesse modalità dell’anno scorso: una aliquota dell’1,85 per mille, che, assieme all’Imu, raggiunge una tassazione spropositata pari al 10,45 per mille, vicinissima all’aliquota massima possibile che è fissata dalla legge al 10,60 per mille.
Rispetto ad altri comuni, che continuano a non applicarla, o che hanno previsto riduzioni per fasce di reddito o per carico familiare o per rendita catastale, a Modica invece, come voluto espressamente dal Sindaco e dalla sua maggioranza, non c’è stato spazio per riduzioni ed esenzioni che ne attenuassero l’impatto sulle famiglie e sulle imprese.
Unica eccezione della serata alcune agevolazioni (unico occupante, famiglie con disabili, presenza di ultrasettantenni) per la tassa sui rifiuti, reintrodotte dopo che erano state eliminate volutamente dalla maggioranza l’anno scorso e sulle quali i consiglieri di opposizione avevano condotto una lunga battaglia per il ripristino.
Quanto sta avvenendo in queste settimane esprime tutto il fallimento dell’Amministrazione nella gestione finanziaria del Comune: l’eccessiva tassazione, il ritardo nell’approvazione del bilancio di previsione 2015, il cui termine è già scaduto il 30 settembre, il commissariamento per la mancata approvazione, entro il 30 aprile, del conto consuntivo 2014, predisposto per ben tre volte dalla Giunta e non ancora sottoposto all’attenzione del Consiglio, la spesa fuori controllo, lo smantellamento dell’ufficio ragioneria, privo di un responsabile a tempo pieno, un piano di riequilibrio ancora in corso di esame della Corte dei Conti, imporrebbero ben altra attenzione e più impegno.

About Author

Redazione

Redazione

Related Articles