Reteiblea

Passo Marinaro. Duro attacco di RagusAttiva 5 Stelle a Sonia Migliore, rea di “prendere in giro i residenti”

Passo Marinaro. Duro attacco di RagusAttiva 5 Stelle a Sonia Migliore, rea di “prendere in giro i residenti”
Settembre 21
11:312015

Non v’è dubbio che la memoria dei fatti e degli accadimenti fa parte della storia di un popolo.

Altresì e soprattutto chi fa e ha fatto politica dovrebbe, per onestà intellettuale e senso delle Istituzioni, stare ai fatti, avere un minimo di pudore, senza prendere in giro i cittadini.

Al consigliere Sonia Migliore sembra che di tutto ciò non le importi proprio un bel nulla.
Veniamo alla vicenda in merito alla quale vorremmo fare chiarezza e soprattutto dare ONORE ALLA VERITA’ !
Ne vogliamo ampiamente parlare con la Città poiché non si può tacere visto che, la politica ragusana TUTTA, su questi temi TACE.

Pertanto invitiamo tutto il Consiglio comunale a cogliere gli elementi di merito di questo comunicato stampa, al fine di porre la parola fine ad una incresciosa e strumentalizzata questione.

Stiamo ai fatti e alla questione PASSO MARINARO.
Con delibera n. 169 del 18/5/2012 la Giunta comunale di Ragusa, durante l’amministrazione Dipasquale, compreso l’allora assessore Sonia Migliore, approva la variante relativa al ristudio delle zone stralciate e relative ai piani particolareggiati di recupero ex l.r. 37/85.

Si tratta dell’epilogo di una vicenda relativa agli agglomerati abusivi presenti sul territorio comunale, iniziata nel 1985 e che viene affrontata dopo l’approvazione del Piano Regolatore del 2006 con la delibera di giunta n. 412 del 28/10/2009 e con la delibera di consiglio comunale n. 79 del 22/12/2009.

Durante l’approvazione di tali atti il consigliere Sonia Migliore era presente “in corpo e mente”, salvo assentarsi per la votazione dei singoli piani particolareggiati di recupero.
Tutte le delibere del 2009 e del 2012 riportano, alla relazione generale allegata, l’elenco degli agglomerati ammessi al piano di recupero.

Tra gli agglomerati esistenti mancavano in elenco Branco Piccolo, Punta Braccetto e Passo Marinaro;
“si legge nella delibera“: non sono stati considerati dal PRG (Piano Regolatore Generale) vigente, tra gli agglomerati soggetti alla redazione dei PPRU (Piani Particolareggiati di Recupero Urbanistico), in quanto ricadenti all’interno della fascia di inedificabilità di 150 mt. dalla battigia ai sensi dell’art. 15 l.r. 78/76.

Non si riesce a capire in base a quale norma il consigliere Sonia Migliore pretende di portare servizi in una zona che, per la Regione Siciliana (DDG 934/DRU del 15/12/2011), non è stata sanata urbanisticamente.
E non si capisce perché questa sua battaglia emerge SOLO OGGI a favore dei residenti.

Perché questa battaglia non l’ha portata avanti nel 2009, quando lei faceva parte della giunta Dipasquale ?
Forse per farsi un po’ di pubblicità, facendo politica di “bassa lega” ?

La cosa più triste, in tutta questa vicenda, è che i residenti di Passo Marinaro si stanno facendo prendere in giro da qualcuno che non potrà garantire alcunché.
Si sappia che nessuna amministrazione potrà portare servizi in zone urbanisticamente abusive.
CONSIGLIERE MIGLIORE …. ONESTÀ ……. ONESTÀ …… ONESTA’…. !

About Author

Redazione

Redazione

Related Articles