Reteiblea

WWW.IRMINIO.IT: ON LINE IL NUOVO SITO INTERNET DI IRMINIO SRL

WWW.IRMINIO.IT: ON LINE IL NUOVO SITO INTERNET DI IRMINIO SRL
Settembre 15
20:582015

E’ un segnale che serve a far capire che le ricerche petrolifere non sempre sono causa di inquinamenti. È, infatti, on-line da oggi il nuovo sito Internet di Irminio srl – www.irminio.it: uno strumento, che verrà continuamente aggiornato, grazie al quale la Irminio Srl fornirà a cittadini, istituzioni e media ogni tipo di informazione relativa alle proprie attività. Il sito illustra, in diverse sezioni, i principali asset aziendali e i progetti strategici su cui la Irminio sta lavorando. Un particolare focus concerne l’approfondimento sulla “concessione Irminio”, ove sono ubicati i pozzi attualmente produttivi in contrada San Paolino (Ragusa) e quelli futuri in contrada Buglia Sottana (sempre Ragusa, a un chilometro dai pozzi esistenti). “Abbiamo voluto predisporre un innovativo sito Internet – spiega Antonio Pica, amministratore delegato di Irminio – per confermare la nostra tradizione di trasparenza, e per poter aggiornare chi sia interessato in maniera costante sulle nostre attività. Sappiamo che sugli idrocarburi esiste da un lato una forte carenza di informazione, e dall’altro una voglia di approfondire questi temi senza ideologie e approcci superficiali. La nostra attività è complessa e, in assenza di una chiara informazione, è spesso oggetto di speculazioni e attacchi ingiustificati. I contenuti del sito sono stati pensati per esserefacilmente comprensibili dai non addetti ai lavori”. Una speciale sezione del sitoè dedicata ai lavori che l’azienda sta svolgendo proprio in queste settimane in contrada Buglia Sottana, che verrà aggiornata – con tempestività – con notizie, foto e video provenienti direttamente dal cantiere. “Naturalmente non abbiamo nulla da nascondere – sottolinea Pica operiamo con tecnologie avanzatissime, con professionalità, serietà e con massima attenzione all’ambiente e al territorio, di cui siamo parte integrante da decenni”.Il nuovo sito ospita anche le sezioni “la nostra attività” e “domande e risposte” in cui vengono date informazioni tecniche, scientifiche e giuridiche circa l’attività di ricerca e di estrazione, spiegando in modo sintetico come si perfora un pozzo e quale iter autorizzativo, molto stringente, si segue per arrivare da una prospezione geologica ad un barile di petrolio.E ilavori a Buglia Sottana intanto proseguono: la scorsa settimana sono avanzati i lavori di sbancamento e di formazione del rilevato per il piazzale che ospiterà in futuro i pozzi e sono state avviate le operazioni per lo scavo delle vasche che ospiteranno i detriti di perforazione. È inoltre arrivato in cantiere il ferro per le armature di cui si è iniziata la sagomatura.Le imprese fornitrici che stanno lavorando a Buglia Sottana sono tutte dell’indotto locale.Il personale presente sul cantiere è di circa 35 unità e i mezzi operativi sono saliti a 10 dai 6 iniziali.

About Author

Redazione

Redazione

Related Articles