Reteiblea

Turismo. L’assoluta mancanza di strategia e lo sperpero di denaro pubblico nel mirino delle tre interrogazioni presentate dalle consigliere Migliore e Nicita

Turismo. L’assoluta mancanza di strategia e lo sperpero di denaro pubblico nel mirino delle tre interrogazioni presentate dalle consigliere Migliore e Nicita
Maggio 28
15:30 2015

Le consigliere Sonia Migliore e Manuela Nicita, aderenti al Laboratorio politico culturale 2.0, hanno presentato ben tre interrogazioni sul turismo o meglio sulla assoluta mancanza di una reale pianificazione del Comune all’Expo, sulla partecipazione della dott.ssa Tuzzolino al Mitt Moscow International e sull’acquisto della progettazione grafica di mappe topografico-turistiche.

Il Comune di Ragusa ha stanziato 100.000,00 euro, dalla tassa di soggiorno per partecipare all’Expo. Il Comune ha deciso di ritirarsi dal Cluster Bio Mediterraneo, dopo le tante criticità emerse nella gestione che fa capo alla Regione Siciliana per questo ha chiesto un rimborso di 7.500,00 euro, ma ha ben deciso di rimanere all’interno del Padiglione Sicilia.
“Visto che l’assessore Stefano Martorana – dichiarano la Migliore e la Nicita – non ha saputo rispondere a nessuno dei nostri interrogativi, in merito alla nostra partecipazione all’Expo; gli domandiamo: Cosa prevede la presenza del Comune di Ragusa a Milano, nel contesto del Padiglione Italia, piazza Sicilia? L’Amministrazione è in possesso di una piantina dello spazio espositivo? Dove sarà sistemato il Comune di Ragusa? Quando e per quanto tempo? Quale dovrebbe essere il personale presente? Con quali competenze e qualifiche? Quali, nel dettaglio, le previsioni di spesa della somma stanziata (E.100.000,00)? Quali sono le soluzioni alternative possibili, ricercate dall’Amministrazione, per sopperire al ritiro dal Cluster Bio Mediterraneo?”

La seconda interrogazione ha come oggetto la partecipazione della dott.ssa Ornella Tuzzolino, che è la consulente del sindaco per gli eventi culturali di valenza turistica, alla fiera “Mitt Moscow International”, che si è svolta dal 18 al 21 marzo scorso. Premesso che la presenza della Tuzzolino a Mosca non è gravata sulle casse comunali, bensì è stata a carico del Distretto Turistico degli Iblei, le due consigliere si chiedono: “A cosa è servita la partecipazione della Tuzzolino alla fiera? Quali gli obiettivi e risultati raggiunti in favore del Comune di Ragusa? Come mai è stata prevista la partecipazione alla Fiera, del consulente e non dell’assessore al Turismo? A che titolo sono stati pagati gli oneri di missione dal Distretto Turistico alla Consulente?” Infine la Migliore e la Nicita chiedono una copia della relazione dettagliata della dott.ssa Tuzzolino, in merito alla sua partecipazione alla Fiera.

La terza interrogazione, invece riguarda l’acquisto del progetto grafico di alcune cartine topografico-turistiche. In novembre il Comune di Ragusa ha acquistato, per 2000,00 euro, dalla ditta “Nonsolografica”, due mappe topografiche. Dopo quattro mesi, però, il Comune si vede costretto a recedere dal contratto per inadempienza della ditta stessa, visto che il progetto non era stato ancora consegnato.
Lo stesso giorno della rescissione dal contratto (24 marzo 2015), il Comune compra dalla ditta I.C.P, tre progetti di mappe (Rg centro-Marina e Ibla), questa volta per un valore di ben 4.000,00 euro.

Ciò che chiedono le due consigliere, al sindaco e all’assessore Martorana, è come mai non risultano solleciti alla ditta “Nonsolografica” prima della rescissione? Ed ancora perché non risultano manifestazioni di interesse per l’individuazione del progetto grafico?

Inoltre, la Ditta “Nonsolografica”, che ha sede in via Natalelli 38-40, e la Ditta ICP, con sede in via Natalelli 42, risultano essere la stessa ditta, a differenziarle solo la partita Iva, addirittura utilizzano lo stesso grafico, ed allora come mai, si domandano la Migliore e la Nicita, per lo stesso progetto il Comune paga 2.500,00 euro in più? Infine, appare quanto meno oscura la dichiarazione l’assessore Stefano Martorana, rilasciata in conferenza stampa il 30.04.2015, quando affermò: “C’è una disponibilità di 50.000 copie a disposizione del Comune”, come ha potuto dire ciò se tutto era ancora in fase di istruttoria per la scelta del fornitore?

About Author

Redazione

Redazione

Related Articles