Reteiblea

Piccitto dichiara guerra a tutti: “Non faremo più sconti a nessuno”

Piccitto dichiara guerra a tutti: “Non faremo più sconti a nessuno”
Febbraio 21
18:29 2015

Stamattina il sindaco Piccitto insieme all’intera Giunta hanno fatto un resoconto delle attività sin qui svolte dall’Amministrazione. Progetti in itinere, in dirittura di arrivo e appena conclusi. “Questo sarà un appuntamento periodico”, ha dichiarato il sindaco salutando i giornalisti.
Una vera e propria conferenza stampa di fine anno, come qualcuno l’ha definita, un appuntamento, però, che si celebrerà a cadenza regolare e non perché questa Amministrazione non si fidi dei media, ma, pare invece, per sottolineare ancora una volta il lavoro che svolge la Giunta. “Ci rendiamo conto, dalle telefonate, dalle mail e dai messaggi che riceviamo, che i cittadini non sempre sono a conoscenza di ciò che questa Amministrazione sta facendo” ed ecco l’esigenza di questo tipo di appuntamento.
In questo articolo, però, non tratteremo le singole dichiarazioni degli assessori, che riporteremo in un altro pezzo, ma ci concentreremo sulle dichiarazioni del sindaco.
Un sindaco estremamente determinato a tratti nervoso e perché no, infastidito dalle ultime vicende, che hanno caratterizzato la vita politica di Palazzo dell’Aquila.
“Non faremo più sconti a nessuno. Non siamo più disposti a rimanere ostaggio di certe pratiche, che sino ad oggi hanno avuto solo il fine di paralizzare l’attività del Consiglio”, così possiamo riassumere in estrema sintesi il pensiero del primo cittadino.
Si riferisce alla protesta degli operai dei servizi cimiteriali, a quella dei lavoratori della ditta Busso e alle manifestazioni dell’Aida, solo per citarne alcune. Proteste di cui non ne capisce il senso. “Come mai – si chiede – gli operai dei servizi cimiteriali hanno prolungato l’occupazione anche quando il problema era rientrato? Come mai gli operai della Busso protestano in Comune per un ritardo di pochi giorni, se è compito della ditta garantirgli lo stipendio? Perché l’Aida parla di privatizzazione del canile? Cos’è l’Aida? Un ente pubblico?”
E’ incontenibile il sindaco. E’ stanco dei continui attacchi, del modo e dei toni, con cui questi vengono portati innanzi dalle opposizioni politiche e non.
“Noi siamo gli amici di tutti – continua – una formula usata ed abusata solo per gettare discredito sul nostro lavoro. Siamo talmente amici, di questo o di quello, che tutti ci attaccano. Il problema, invece, è che stiamo lavorando bene e questo, a qualcuno, dà fastidio. Da qualche giorno siamo pure diventati il partito dei palazzinari”. Il riferimento è chiaro a tutti. Parla di Legambiente, dell’ex assessore Claudio Conti e dei 10 alberghi che sorgeranno sul territorio ragusano, “in zone già urbanizzate e non vincolate”, tiene a chiarire.
Insomma, il sindaco ha dichiarato guerra a tutti coloro che proveranno ad intralciare l’operato dell’Amministrazione. La parola d’ordine da oggi sarà perciò tolleranza zero.

About Author

Rosario Distefano

Rosario Distefano

Related Articles