Reteiblea

Troppi tagli da Roma e Palermo, anche Ispica e Vittoria aderiscono alla protesta dell’Anci

Troppi tagli da Roma e Palermo, anche Ispica e Vittoria aderiscono alla protesta dell’Anci
Gennaio 27
13:462015

I comuni di Vittoria e Ispica aderisco alla mobilitazione permanente dei Comuni siciliani promossa dall’Anci (Associazione Nazionale Comuni Italiani). Una protesta per “dire basta alle scelte nazionali contro Comuni e Mezzogiorno e alla speciale autonomia regionale, pretesto per scontri istituzionali, mistificazioni, sprechi e disservizi” e per chiedere “l’immediata convocazione del Tavolo Stato – Regione – AnciSicilia”.

Le iniziative di protesta si articoleranno nella convocazione, lunedì 9 febbraio 2015, dei consigli comunali in tutti i 390 Comuni siciliani e nello spegnimento, domani, mercoledì 28 gennaio 2015, delle luci dei palazzi comunali e di una parte del centro città. A Vittoria, su disposizione del sindaco, quest’ultima, in ordine di tempo, forma di protesta sarà attuata a partire dalle ore 19.

«Condivido pienamente – afferma il sindaco Piero Rustico – la ferma presa di posizione dell’Anci contro le scelte nazionali e regionali a danno dei Comuni, con riferimento principalmente alla progressiva e consistente riduzione dei trasferimenti di provenienza statale e regionale, e sottoscrivo integralmente l’ordine del giorno approvato a Palermo il 21 gennaio scorso da AnciSicilia. Per tale ragione, in armonia con il sentire di tutta la Giunta Municipale, il nostro Comune parteciperà a tutte le azioni di protesta suggerite dall’Anci, curando nel contempo una capillare comunicazione ai cittadini.»
Contestualmente sono state annunciate le prime tre azioni che avranno luogo nel nostro Comune. Da oggi la bandiera della Regione Siciliana che sventola in Municipio sarà a mezz’asta in attesa dell’avvio di un Tavolo istituzionale di confronto, che dia risposte credibili affrontando i nodi irrisolti, a partire dall’attuazione della legge 42/2009 in materia di federalismo fiscale. Stamane il Sindaco ha inoltrato al presidente Giuseppe Quarrella richiesta di convocazione del Consiglio Comunale, per il 9 febbraio prossimo, con all’ordine del giorno la discussione sul documento approvato dal Consiglio Regionale dell’AnciSicilia. Per domani, 28 gennaio, è stato programmato lo spegnimento delle luci della Casa Comunale e di parte della pubblica illuminazione in Corso Umberto (lato Municipio), in Piazza dell’Unità d’Italia e in Corso Garibaldi, dalle ore 19,00 alle ore 19,05.
«Gli Amministratori locali – ha concluso il sindaco Piero Rustico – siamo costretti a confrontarci ogni giorno con i nostri concittadini dovendo dare spiegazioni circa decisioni non dipendenti dalla nostra volontà. È giusto perciò che i cittadini siano informati, anche attraverso queste forme di sensibilizzazione, sulle conseguenze concrete che le scelte nazionali e regionali stanno producendo e rischiano di produrre in termini di tagli dei servizi erogati e conseguente necessitato innalzamento delle aliquote dei tributi locali.»

About Author

Redazione

Redazione

Related Articles