Reteiblea

Il presidente Iacono scrive all’autorità per salvare la chiesa rupestre di Santa Domenica

Il presidente Iacono scrive all’autorità per salvare la chiesa rupestre di Santa Domenica
Gennaio 26
13:49 2015

Il presidente del Consiglio comunale, Giovanni Iacono, ha inviato una nota al Prefetto e al Sovrintendente ai BB.CC. e AA. di Ragusa per segnalare, su invito di alcuni cittadini residenti a Ragusa Ibla, il gravissimo stato di degrado e di abbandono in cui versa la chiesa rupestre di Santa Domenica, limitrofa alla chiesa di Santa Maria del Gesù in Ragusa Ibla, risalente alla ricristianizzazione normanna. 

“All’interno della chiesa – evidenzia il presidente Giovanni Iacono nella nota – sono presenti apparati decorativi ed affreschi di particolare rilievo, risalenti al XIII e XIV secolo. La chiesa è totalmente inaccessibile ed è ricoperta, anche alla vista, da alberi, verde, fogliame, materiali di rifiuto. Da notizie attinte da questo ufficio – scrive il presidente del Consiglio comunale – il bene, assieme alla Chiesa e “silva” di Santa Maria di Gesù, risulta essere stato affidato, a canone di legge, dalla Prefettura, ente gestore, alla Soprintendenza ai BB.CC. e AA. di Ragusa”.
Notizie sulla chiesa rupestre di S. Domenica sono state pubblicate dal prof. Aldo Messina, curatore, per il CNR, del censimento delle chiese rupestri in Sicilia, nelle opere Le chiese rupestri del Val di Noto e Le chiese rupestri del Val Demone e Val di Mazara. La chiesa di Santa Domenica fa parte del patrimonio del Fondo Edifici di Culto del Ministero dell’Interno istituito, per la conservazione e la valorizzazione delle chiese di proprietà, dalla legge 20/05/1985 n. 222.
Il presidente Giovanni Iacono, che ha inviato per conoscenza la missiva anche al Sindaco di Ragusa, al Vescovo e all’Assessore all’Ambiente del Comune di Ragusa, rivolge un appello alle autorità per quanto di competenza, affinché il “bene storico-architettonico-culturale venga recuperato al patrimonio della città e alla fruizione collettiva” e dichiara la piena disponibilità dell’intero Consiglio comunale a collaborare “al fine del raggiungimento dell’obiettivo comune della salvaguardia, recupero e valorizzazione della chiesa di Santa Domenica”.

42_img_grafica29

42_img_grafica27

About Author

Redazione

Redazione

Related Articles