Reteiblea

Il Comune nega l’accesso agli atti alla Migliore e alla Nicita

Il Comune nega l’accesso agli atti alla Migliore e alla Nicita
Gennaio 21
11:26 2015

Ieri si è svolta la seconda giornata consecutiva del Consiglio comunale. Tutto si è svolto senza forti scossoni, senza grandi novità o scelte eclatanti.
A tener banco, e non potrebbe essere altrimenti, è la notizia di questi giorni, la vicenda del rifugio sanitario comunale, insomma del canile. Ieri l’ultimo atto, solo in ordine di tempo certo, infatti siamo sicuri che la vicenda non si è conclusa.
Sonia Migliore e Manuela Nicita, che hanno presentato congiuntamente due interrogazioni, sulla scorta delle indagini della Guardia di Finanza, che ha ravvisato tutta una serie di irregolarità amministrative e tributarie, avevano chiesto di entrare in possesso del corposo carteggio tra l’Amministrazione e le Fiamme Gialle. Carteggio grazie al quale avremmo potuto scoprire di cosa era a conoscenza l’Amministrazione, ma ieri, è giunta la risposta del Comune, che ha negato l’accesso agli atti, motivando questa decisione grazie all’esistenza della lettera b del comma 1 dell’art. 16 della Legge 15 del 2005, la quale espressamente dice che i documenti relativi a processi tributari non sono di dominio pubblico.
Qui la questione diventa estremamente delicata perché si parla di leggi, di interpretazioni delle stesse, di codici e codicilli. Ciò che si può immaginare è che l’intero carteggio non riguarda esclusivamente fatti tributari e se così fosse, il Comune di Ragusa, poteva e doveva fare una selezione dei documenti. Cosa che non è avvenuta.
Detto ciò, mi sarei aspettato una reazione forte da parte dell’opposizione o meglio da parte della consigliera Elisa Marino (Gruppo Misto), che poteva richiedere immediatamente la convocazione della Commissione Trasparenza, in quanto presidentessa. Anche questo non è avvenuto.
Se la maggiornaza sembra procedere unita e compatta, la stessa cosa non possiamo dirlo per l’opposizione, semnpre più sfaldata, meno coesa negli interventi e nelle azioni da ordire ed architettare. Quello che un tempo chiamammo Gli Otto, oggi è solo un lontano ricordo.

2015-01-20 18.37.59

About Author

Rosario Distefano

Rosario Distefano

Related Articles