Reteiblea

Giornata mondiale contro la violenza sulle donne. Una tre giorni di racconti, mostre, film e testimonianze

Giornata mondiale contro la violenza sulle donne. Una tre giorni di racconti, mostre, film e testimonianze
Novembre 21
17:222014

La giornata mondiale contro la violenza sulle donne sarà ricordata a Modica con una tre giorni di iniziative promosse da quattordici associazioni cittadine, dallo sportello antiviolenza inaugurata nei bassi di palazzo San Domenico nel luglio scorso e dall’assessorato ai servizi sociali.

Le iniziative sono state illustrate questa mattina, nella sala “G.Spadaro” di palazzo San Domenico, in una conferenza stampa, dal presidente dell’associazione Ispo Facto nonché dello sportello antiviolenza, Santina Amato, dall’assessore ai servizi sociali, Rita Floridia. Presente il sindaco Ignazio Abbate.
Il lavoro di coordinamento delle associazioni (Ipso facto, Avis, F.I.D.A.P.A, Inner Wheel Monti Iblei, Movimento difesa del cittadino, Associazione migli dei medici italiani, sezione di Modica, Cooperativa l’ARCA, ISPC – istituto superiore di psicologia clinica centro per la famiglia-, associazione Lilith, associazione Artesì, centro studi sulla Contea di Modica, associazione Grazia Minicuccio, Lions Club e Kiwanis) ha prodotto una serie di eventi che prevede per domenica 23 novembre p.v. alle 11.00 un Flash Mob nell’atrio comunale; martedì 25 novembre, alle ore 9.00 nell’aula Magna dell’istituto “G.Verga” di Modica alla presenza degli studenti, la testimonianza della scrittrice, Marzia Schenetti, vittima di stalking a cui farà seguito un reading del suo testo “il gentiluomo” interpretato da Marco Paoli e Ornella Fratantonio.
Durante la testimonianza sarà attivata un’estemporanea di pittura con la partecipazione degli alunni del Liceo artistico di Modica.
Nel pomeriggio alle 18.00 incontro con i cittadini all’Ente autonomo “Liceo Convitto” dove la testimonianza della scrittrice Marzia Schenetti sarà ripetuta.
Mercoledì 26 novembre infine alle ore 21.00 proiezione del film Miss Violence di Alexandras Avranas al Nuovo Cinema Aurora con ingresso a € 5.
“Riteniamo come gruppo di associazioni, commenta Santina Amato, che sia necessaria un’azione conoscitiva del fenomeno e questa va fatta a partire dalla scuole. Cominceremo con alcune terze classi delle medie della città puntando su dei corsi appositamente studiati che hanno per oggetto il genere, la sessualità e lo studio di una piaga sociale come la crescente violenza sulle donne”.
All’incontro erano presenti i rappresentanti delle associazioni, consiglieri comunali, Abbate, Giarratana,Minioto e Arena e operatori sociali.
Il ricavato delle vendita dei quadri della mostra estemporanea e delle piantine donate dall’Avis serviranno a finanziare lo sportello antiviolenza.
“Sui processi di formazione di una lotta alla violenza sulle donne l’amministrazione ha puntato e investito molto, commentano il Sindaco e l’assessore ai servizi sociali Rita Floridia, coordinando una rete di associazioni, istituendo lo sportello antiviolenza capace non solo dell’ascolto ma anche dell’assistenza a quelle donne che si dichiarano vittime di violenza. Abbiamo sostenuto il progetto “Pianeta Donna, redatto dall’associazione “Ipso Facto” finanziato dalla Regione Sicilia con 9mila euro che servirà a curare l’aspetto formativo nelle scuole sulla pericolosità del fenomeno.
Abbiamo posto centrale l’assistenza a tutte quelle donne che sono vittime di qualsiasi violenza creando le condizioni perché non si sentano sole e abbandonate. Le iniziative programmate con la tre giorni sono un momento fondamentale per dispiegare la cultura contro la violenza alle donne”.
Lo sportello antiviolenza funziona il Lunedì dalle 10.00 alle 12.00 e il giovedì dalla 17.00 alle 19.00.

About Author

Redazione

Redazione

Related Articles