Reteiblea

Ragusa. Si è conclusa la settimana per la prevenzione del diabete

Ragusa. Si è conclusa la settimana per la prevenzione del diabete
novembre 17
12:15 2014

 Ancora una giornata di successo quella di ieri, domenica, 16 novembre, conclusiva della settimana per la prevenzione del diabete.

Due le postazioni per parlare e misurare la glicemia una in piazza Duca degli Abruzzi, Marina di Ragusa e l’altra al Centro Commerciale le “Masserie” a Ragusa.
La bellissima giornata ha permesso una forte affluenza di persone nella piazza di Marina di Ragusa, dove la CRI ha messo a disposizione una grande stand, ma anche numerosi volontari.
Il dr. Raffaele Schembari e il dr. Gianni Elia, diabetologi dell’Asp di Ragusa, supportati oltre che dai volontari della CRI anche da quelli del Soccorso di Santa Croce Camerina, hanno effettuato più di 250 misurazioni di glicemia. “Siamo davvero contenti per la riuscita di questa iniziativa che si propone di informare i cittadini su come prevenirne alcune forme ma anche su come affrontarlo al meglio. I dati sull’incidenza del diabete in Italia non sono rassicuranti, dal momento che i casi sono più che raddoppiati negli ultimi 25 anni e a preoccupare è anche la situazione dei bambini e dei ragazzi sotto i 18 anni che hanno raggiunto un totale di circa 20-25mila casi accertati.” Ha dichiarato il dr. Raffaele Schembari.

Anche alla Masserie un altro gruppo dell’AIAD, presenti i due diabetologi dell’Associazione, dr. Giorgio Lomagno e Raffaele Bennardo, assieme alla presidente, dr.ssa Gianna Miceli, allo psicologo, dr. Damiano Cascone, Gianni Dimauro, capo sala dell’Asp hanno effettuato circa 120 screening. Presenti anche altri volontari dell’AIAD.
“E’ fuor di dubbio che bisogna lavorare in modo continuo e diretto con le persone per farle diventare più responsabili della propria salute; infatti lo slogan della Giornata, di quest’anno in Italia, sia “il diabete ha scelto me, ma anche io ho scelto me”, frase che ha lo scopo di sensibilizzare le persone affette da diabete ad autoregolarsi e a prendersi cura di se stesse al massimo per poter convivere al meglio con la propria malattia, ma anche di fare informazione per prevenire il diabete. Quest’anno abbiamo effettuato circa 800 screening, grazie al lavoro di squadra di tutti quelli che hanno reso questa settimana ricca di eventi .” Le parole di Gianna Miceli.

About Author

Redazione

Redazione

Related Articles