Reteiblea

Occorre “FARE SISTEMA”. Il coordinamento della Camera di Commercio per l’Expo 2015

Occorre “FARE SISTEMA”. Il coordinamento della Camera di Commercio per l’Expo 2015
Novembre 01
13:07 2014

Riunione a Ragusa del consiglio direttivo dell’associazione “Eccellenze Iblee agroalimentari” i cui componenti, presidenti e rappresentanti dei consorzi di tutela operanti in provincia, Peppino Arezzo (olio monti Iblei dop) Massimo Maggio (vino Cerasuolo Docg) e Carmelo Calabrese (carota novella di Ispica Igp) hanno confermato alla presidenza Enzo Cavallo (formaggio Ragusano dop). Nel corso dei lavori, oltre ad essere fatto un primo consuntivo sulla attività fin qui svolta dal “coordinamento”, voluto e costituito per mettere e gestire insieme i progetti e le iniziative di valorizzazione e promozione delle produzioni di qualità del territorio ibleo. E’stata avviata inoltre la programmazione della prossima attività dell’associazione, unica del genere nel meridione, a partire dalla imminente annuale edizione dell’ Emaia di Vittoria e pensando all’Expo 2015. Nei prossimi giorni ci sarà un incontro con il Presidente della Camera di Commercio per definire percorsi comuni nell’interesse delle produzioni agroalimentari Iblee con particolare riferimento a quelle con marchio comunitario, per le quali ci sono condizioni per scommettersi senza indugi nell’interesse del territorio e dei consumatori. Obiettivo prioritario sono le azioni da mettere in campo per la partecipazione all’Expo 15 per la quale l’ Ente Camerale dovrà svolgere un ruolo di coordinamento territoriale delle imprese delle organizzazioni e degli enti e di collegamento, anche tramite l’unione regionale di Sicilia ed Unioncamere con le organizzazioni produttive, promozionali e commerciali dell’Isola e del Paese per la sempre maggiore affermazione del “made in Italy” e delle produzione agricole ed agroalimentari controllate, tracciate, certificate e quindi sufficientemente garantiti per i consumatori che debbono essere messi nelle condizioni di operare, quando fanno la spesa, scelte consapevoli. 

“L’associazione è impegnata per la ricerca di altre adesioni. Vogliamo fare sistema e siamo sulla buona strada – ha dichiarato Enzo Cavallo – Sappiamo che non basta produrre bene e con requisiti qualitativi di massima affidabilità. Occorre conquistare nuovi mercati e saper raggiungere i consumatori in maniera più diretta: incontreremo le loro associazioni per una azione comune. Per Expo 2015 siamo convinti anche noi che la Camera di Commercio deve essere un punto di riferimento per tutto il territorio: la municipalizzazione delle iniziative non serve perché concorre a disperdere il grande valore delle eccellenze iblee e non solo agroalimentari. Non possiamo essere credibili – ha sottolineato Cavallo – se chiediamo alla imprese di “fare sistema” e non riesciamo a mettere insieme tutti i Comuni e le altre Istituzioni locali per lavorare in sintonia nell’interesse dei tutto il territorio. Per questo – ha concluso il presidente Cavallo – incontreremo il presidente della Camcom, Giannone, per confermare la nostra piena e convinta disponibilità in tale direzione. In tal senso condividiamo la proposta dell’On. Ragusa, a lui ed agli altri Parlamentari Regionali chiediamo di concorrere a “svegliare” la Regione, perché per Expo siamo già in ritardo ed inoltre occorre sinergia fra l’assessorato delle attività produttive e quello dell’agricoltura. Con l’insediamento del nuovo Governo Regionale speriamo che possiamo contare su una maggiore attenzione”.

About Author

Redazione

Redazione

Related Articles