Reteiblea

Comiso. Grazie a Youpolis Chiaramonte la discarica abusiva verrà ripulita

Comiso. Grazie a Youpolis Chiaramonte la discarica abusiva verrà ripulita
Ottobre 13
09:33 2014

“Una inciviltà costante, una brutta recensione su un noto portale turistico, e il danno è fatto: non ci si venga a lamentare poi se si parla male della nostra zona, specie se uno scempio di rifiuti insiste vicino all’Aeroporto di Comiso e davanti una struttura ricettiva”. Inizia così la nota di denuncia del Laboratorio, che prosegue: “Ci si riferisce infatti alla miriade di rifiuti di ogni genere che, oltre a diverse altre contrade del comune, penalizza C.da Serravalle, per intenderci la strada che collega la SP7 con l’aeroporto di Comiso. Una inciviltà perenne da parte di qualcuno, nonostante quel sito sia stato più volte sanato e bonificato. Ma da diversi mesi su quella zona è attiva una struttura ricettiva di alta qualità, e i turisti che ne hanno usufruito non si sono limitati a mostrare il problema ai proprietari, che hanno segnalato una situazione alquanto imbarazzante. Sul noto sito booking.com, infatti, degli ospiti stranieri l’hanno detto chiaramente tramite recensione: ‘the level of rubbish in the area was shocking!’ ovvero che il livello di immondizia è scioccante.

“Oltre al danno la beffa: non solo la pesantezza di una discarica a cielo aperto e la vergogna per gli atti costanti di conterranei incivili, ma adesso anche una pessima figura spiattellata pubblicamente in rete. E’ forse questo il modo di aiutare il turismo nel nostro territorio, nell’egoismo e nell’inciviltà?”, spiega Francesco Scollo, vice presidente Youpolis Sicilia, e reggente del Laboratorio di Chiaramonte fino alla prossima assemblea congressuale. “Data l’urgenza della situazione, abbiamo deciso di non fermarci alla lamentela e segnalare il problema immediatamente all’amministrazione comunale”. E così è stato fatto. “In maniera informale e senza troppi reclami sulla rete abbiamo informato gli assessori competenti, che ci hanno assicurato che il problema verrà risolto nei prossimi giorni con una nuova bonifica”. Ma ovviamente l’ente non può fare tutto, se nonostante bonifiche e sorveglianze si continua ad inquinare: deve essere questione di volontà, da parte di chiunque, nell’evitare questi atti e le conseguenze che ne deriverebbero. “Abbiamo proposto e lo faremo anche in maniera formale un inasprimento delle multe ambientali pari al costo di massima di bonifica della zona, telecamere di sorveglianza ed un accurato monitoraggio del territorio.” Conclude Scollo: “Non possiamo più permettere che il nostro territorio venga devastato dal vandalismo e dalla noncuranza delle persone. I nostri siti ormai sono ad alta vocazione turistica e paesaggistica, considerando il ruolo storico, culturale, naturale ed agricolo degli olivi secolari e saraceni che ne fanno delle campagne del nostra Chiaramonte Gulfi, patria della DOP dell’olio extravergine d’oliva Monti Iblei. Abbiamo dunque una responsabilità ambientale importante, non solo nei confronti di noi stessi, ma anche di chi arriva da fuori per vivere appieno la bellezza unica delle nostre zone.” Un’attività, quella di Youpolis, che continuerà a segnalare ma anche a proporre, affinchè l’impegno civico dei giovani sia sempre volto a migliorare concretamente i contesti in cui si vive e si opera. “Nei campi della cultura, dell’ambiente, dell’imprenditoria giovanile, del turismo e dei centri storici nonchè in qualsiasi altro ambito si riterrà utile continueremo ad alzare la voce affiancando alla critica sempre una soluzione” spiega Simone Digrandi, presidente Youpolis Sicilia. “Anche a Chiaramonte il nostro gruppo, che nelle settimane prossime si costituirà ufficialmente in Laboratorio come a Ragusa, Rosolini e Santa Croce Camerina, vorrà impegnarsi dal vivo, dialogando con l’amministrazione ma anche con le altre associazioni del territorio per unire, in quest’ultimo caso, le forze dove può essere utile.”

About Author

Redazione

Redazione

Related Articles