Reteiblea

Chiaramonte. Tutto pronto per la XXVIII Sagra dell’Uva

Chiaramonte. Tutto pronto per la XXVIII Sagra dell’Uva
Settembre 13
10:08 2014

La vendemmia, nell’area del chiaramontano, vale a dire Roccazzo, Sperlinga e Piano dell’Acqua, ha dato quest’anno ottimi risultati. Sia in termini di qualità che di quantità. Ma la chiusura delle frontiere con alcuni Paesi dell’Est, soprattutto la Russia, ha creato degli scompensi in particolare per il mercato dell’uva nera, la black rosè e la varietà denominata “numero nove”, che tradizionalmente andava forte in quegli ambiti territoriali. Ma i produttori di uva della zona del chiaramontano, che proprio in questi giorni stanno ultimando le procedure legate alla raccolta, stanno valutando quali le contromisure da adottare, magari cercando di sfruttare gli agganci con la Puglia le cui produzioni, quest’anno, sono state fortemente rovinate dalle avverse condizioni climatiche. Sarà anche questo uno dei temi caratterizzanti l’edizione 2014 della “Sagra dell’Uva” in programma proprio a Roccazzo, frazione di Chiaramonte Gulfi, sabato 20 e domenica 21 settembre. Promossa dall’Associazione giovanile Roccazzo, quest’anno la kermesse che si occupa della promozione dei prodotti tipici della montagna ha raggiunto l’invidiabile traguardo delle 28 edizioni. Sono, in pratica, quasi tutti gli abitanti della frazione ad attivarsi per fare in modo che tutto possa riuscire nel modo migliore. La Sagra dell’Uva si terrà, come sempre, all’interno del mercato ortofrutticolo. E ci sarà la possibilità di degustare le specialità tradizionali, vale a dire mostarda, cuddureddi, dolce casereccio, frittelle ma anche patatine fritte e panini con salsiccia. Uno spazio non indifferente, poi, è dedicato all’intrattenimento. Infatti, sabato 20, a partire dalle 21, ci sarà lo spettacolo musicale con la cover band dei Modà e dei Negramaro. Ma gli ospiti eccezionali arriveranno domenica 21 settembre quando, sempre alle 21, si terrà il concerto dei “Cugini di Campagna” che faranno riascoltare i loro cavalli di battaglia a cominciare dal pluricelebrato “Anima Mia”. “Si annuncia – dice il presidente dell’associazione, Giovanni Gravina – una delle edizioni più ricche di sempre dal punto di vista dell’intrattenimento. E’ anche questo un modo per attirare visitatori da ogni parte della provincia, e non solo, per fare degustare loro la bontà dei prodotti che il territorio è in grado di offrire. Ormai da anni ci diamo da fare con l’organizzazione di un evento che rappresenta, forse, il momento clou delle manifestazioni estive chiaramontane. Faremo in modo che possa essere così anche stavolta convinti come siamo che dovremo essere ancora più bravi, rispetto agli anni precedenti, per calamitare l’attenzione di chi intende venire a trovarci. Sarà, come sempre, una edizione della Sagra dell’uva con i fiocchi”. Assolutamente da non perdere, dunque, per chi intende trascorrere due serate all’insegna del divertimento e della più sana spensieratezza.

About Author

Redazione

Redazione

Related Articles