Reteiblea

Comiso. Una festa per la chiusura dell’anno scolastico

Comiso. Una festa per la chiusura dell’anno scolastico
Giugno 12
12:482014

Si chiude in un clima di festa cittadina l’anno scolastico 2013 / 2014. Il primo appuntamento giovedì scorso al campo sportivo che ha visto un intero stadio colmo di tifosi per 600 bambini, delle classi che hanno aderito al progetto “Saltiinbanchi” promosso dal Comune di Comiso in collaborazione con un team di esperti guidati dalla professoressa Antonella Nifosi, che si sono esibiti in un percorso ad ostacoli. La stessa sera, nel cortile della Fondazione Bufalino, si è svolta la cerimonia di premiazione a cura del Rotary e della Fidapa dei lavori dei ragazzi degli istituti che hanno seguito i progetti promossi dagli stessi club service contro le dipendenze.
“Lo stesso luogo – dichiara l’assessore alla Pubblica isruzione Giulia Digiacomo – è stato l’elegante scenario che ha visto esibirsi in tre giornate, dal giovedì al sabato, gli alunni di tutte le scuole di Comiso, dalla materna alla media in realizzazioni originali sui temi che l’Amministrazione Comunale aveva suggerito come spunto, all’ inizio dell’anno scolastico nell’ambito del progetto Vetrina Scolastica 2014. È stato entusiasmante vedere con quanta originalità le singole classi abbiano elaborato temi importanti quali la sostenibilità ambientale, l importanza del movimento e della corretta alimentazione, l’acqua come risorsa, il viaggio nelle istituzioni. Al termine delle tre giornate sono stati premiati ben 10 elaborati tra i partecipanti al concorso Libera … Mente. I premi sono stati realizzati dai bambini dell’associazione Noi con Voi Insieme”.
“Abbiamo scelto di realizzare delle lanterne simbolo di speranza – spiega il presidente dell’associazione Daniela Vaccaro -, l ideale portante della nostra associazione. nonché ciò che deve animare queste nuove generazioni”.
L’assessore Digiacomo, inoltre, rileva che lo spirito della vetrina scolastica e’ stato colto in pieno e con grande entusiasmo: “Vedere tutte le scuole di Comiso e Pedalino impegnate in unico grande progetto, vedere questi piccoli grandi talenti confrontarsi sugli stessi temi, vedere gli insegnanti e i dirigenti scolastici adoperarsi per la riuscita di unico grande evento e’ stata una bella soddisfazione – dice -. In queste giornate, così piene di eventi, in questo clima di collaborazione, ho avuto proprio la sensazione di stare costruendo qualcosa di importante per la Comiso di domani. Un ringraziamento speciale a Tiziana Bellassai e ai bambini del Creatimondo che hanno presentato apprezzati spettacoli durante le tre serate. La scuola è davvero in continuo cambiamento, la possibilità di seguire corsi certificati di Inglese e di computer, corsi di robotica, progettare un blog sono tutti imput e stimoli che permettono ai ragazzi di scoprire i propri talenti e le proprie attitudini. Le scuole di Comiso continuano ad essere un fiore all occhiello e sicuramente motivo di vanto, sono scuole al passo con i tempi, sempre più dinamiche e orientate al mondo del lavoro ed è quello che ci vole data la crisi e il livello di disoccupazione crescente”.
“Quelli presentati alla vetrina scolastica sono prodotti realizzati dai bambini – commenta il sindaco Filippo Spataro -. Idee davvero straordinarie che uniscono l’amore per la città con la voglia di scoperta e la curiosità innata nei più piccoli. Il risultato è letteralmente stupefacente: spettacoli originali, testi, canti, poesie, balli, colori che valorizzano luoghi del presente intrecciati con quelli della memoria, percorsi culturali articolati con semplicità e acume restituiscono prodotti che colpiscono e appassionano”.
“Le corpose produzioni ci invitano a scoprire quanto bella sia la nostra Comiso – conclude il presidente del Consiglio comunale Luigi Bellassai – e ci portano a riflettere con lo sguardo dei nostri ragazzi, per sviluppare ogni impegno di valorizzazione e rilancio. È proprio nei momenti più difficili che una comunità si ritrova attorno agli antichi valori, alle tradizioni e al legame con le proprie radici: questi progetti inediti vanno nella giusta direzione. Complimenti ai giovani creativi alle loro insegnanti, ai loro genitori che li hanno sostenuti in questo lavoro e alle scuole che ha saputo dare loro robuste competenze. Le istituzioni locali faranno la propria parte per sostenere il protagonismo e l’energia dei nostri giovani perché necessari alla crescita complessiva della città.”
Il Presidente Bellassai e l’assessore Digiacomo hanno presenziato altresì alla cerimonia di fine anno della scuola media Luigi Pirandello nel corso della quale è stata presentato una corposa quantità di progettti, tra l’altro molto avanzati sotto il profilo culturale e tecnologico curriculari ed extracurriculari realizzati nel corso dell’anno. Analoga cerimonia di conclusione dell’anno scolastico si è svolta presso la scuola dell’infanzia Sacro Cuore con la presenza del gruppo dei bambi di flauti del Primo Circolo Didattico diretto dal maestro Claudio Digiacomo.

About Author

Redazione

Redazione

Related Articles