Reteiblea

Angelo Laporta: “La rete stradale di Marina di Ragusa ridotta a un colabrodo”

Angelo Laporta: “La rete stradale di Marina di Ragusa ridotta a un colabrodo”
Giugno 03
14:08 2014

“Le strade di Marina di Ragusa sono ridotte ad un colabrodo. Tra poco l’estate entrerà nel vivo e ci presenteremo con un pessimo biglietto da visita”. Il consigliere comunale di Territorio, Angelo Laporta, affida ad un nuovo report fotografico le preoccupazioni espresse in ordine allo stato di salute della rete viaria della frazione rivierasca di Ragusa. “Un problema che sappiamo essere presente anche in città – aggiunge Laporta – e che però qui sembra essere amplificato dal fatto che non si interviene ormai da parecchio tempo. Sarebbe necessaria anche solo l’ordinaria manutenzione per non parlare di interventi straordinari. E dire che qualche tempo fa avevamo effettuato un sopralluogo con il vicesindaco Massimo Iannucci, in qualità di titolare della delega alla Viabilità, con cui erano state concordate alcune azioni di ripristino. Ma ancora non si muove foglia. Che cosa stiamo aspettando? Che l’estate finisca?”. Laporta, intanto, punta il dito su via Linosa e via Ustica. “Qui – dice – ci troviamo ad appena cinquecento metri dalla rotatoria ex Di Meglio, lungo la via Donnalucata. Vi abitano circa trenta famiglie, tra queste la maggior parte sono residenti. Le foto testimoniano lo stato di abbandono in cui versano le strade. Che hanno bisogno con urgenza di essere ripavimentate”. Altra situazione problematica in via Ammiraglio Rizzo, via Caboto e via Portovenere. “Una vera indecenza – dice ancora Laporta – per chi vi abita e pericolose per chi transita a bordo di un’auto o di una moto. In via Rizzo, tra l’altro, è malfunzionante il sessanta per cento dei pali della pubblica illuminazione. E tutto ciò contribuisce a rendere ancora più pericolosa l’arteria in questione”. Infine, c’è la questione di via Rimembranza, e dell’annesso prolungamento, da risolvere. “E’ la strada di accesso nella nostra frazione – aggiunge Laporta – per chi arriva da Santa Croce Camerina o, più in generale, da Comiso e dall’aeroporto. L’arteria stradale di cui parliamo sembra una trazzera. E’ di una pericolosità inaudita. Già in passato è stata teatro di un incidente mortale. Chiediamo, anche in questo caso, che ci si dia da fare, magari prevedendo le apposite somme in bilancio, per l’effettuazione del rifacimento totale del manto stradale”.

About Author

Redazione

Redazione

Related Articles