Reteiblea

Nonostante “Puli-Amo” la città rimane sporca, mentre il Comune…

Nonostante “Puli-Amo” la città rimane sporca, mentre il Comune…
maggio 23
17:42 2014

Finalmente un’altra interessantissima iniziativa dell’associazione Puli-Amo Ragusa. Dopo il successone dell’ultima manifestazione, in favore delle aiuole e delle ville iblee, ecco un altro progetto in cantiere, immediatamente sposato e condiviso dal Comune di Ragusa. Questa volta, ad esser presi di mira, sono i manifesti selvaggi e gli annunci pubblicitari abusivi, che deturpano le strade e i muri della nostra bella città barocca.

Sono instancabili queste ragazze di Puli-Amo, come lo è, d’altra parte, il sostegno entusiastico ed incondizionato del sindaco e dell’Amministrazione. Lasciando da parte le critiche, infatti non è che dopo l’ultimo intervento dell’associazione, Ragusa sia sia sveglia più pulita o si sia accorta del loro passaggio, ma in fondo che cosa possiamo pretendere da un gruppo, alquanto esiguo, di volontari armati solo dalla loro buona volontà? Anzi, sono da ammirare per l’impegno, infatti, esistono addirittura ditte, specializzate, che guadagnano qualche milioni di euro per fare lo stesso lavoro, proprio perché è quella la loro principale attività. Non si capisce quindi il perché bisogna ricorrere all’aiuto straordinario di un gruppo di volontari per pulire le nostre strade o le nostre aiuole o ancora per buttare via qualche manifesto pubblicitario.

Immaginando un paese normale, uno potrebbe pure ipotizzare che dopo aver dato 224.466,66 euro, per i primi sei mesi del 2014, ad una ditta che si occupa tra l’altro di raccolta dei rifiuti, di scerbatura e pulizia delle strade e della città, non si dovrebbe ricorrere alla buona volontà dei cittadini, specie se poi durante questi mesi, e più precisamente il 20 marzo scorso, il Comune stanzia altri 14.400 euro per il diserbo e la bonifica di micro discariche. Però, nonostante tutti questi sforzi, tra i quali annoveriamo pure quelli dei cittadini con la TARSU, l’Amministrazione si è dovuta arrendere dinanzi all’evidenza e così è ricorsa all’aiuto dei liberi cittadini, che poi, giustamente, ringrazia pubblicamente. Per fortuna, il 21 maggio scorso, questa stessa Amministrazione ha finalmente approvato il bando per appaltare il servizio di igiene ambientale per i prossimi sei mesi, per un valore di ben 4.876.000 euro, un contratto rinnovabile per ulteriori 6 mesi. A questo punto ci sono buone speranze di non dover più usufruire, in futuro, dei servigi gratuiti di certe associazioni e di poter finalmente vivere in una città più pulita.

IMG_0930

IMG_0931

 

About Author

Rosario Distefano

Rosario Distefano

Related Articles