Reteiblea

Modica come Ragusa, non vogliono che gli scrutatori siano dei disoccupati

Modica come Ragusa, non vogliono che gli scrutatori siano dei disoccupati
Maggio 02
13:332014

“Prendo atto – dichiara Tato Cavallino, consigliere comunale di Modica per Con una marci in più – con rammarico il fatto che l’amministrazione comunale di Modica abbia completamente ignorato l’istanza a cui ho dato seguito attraverso il ruolo di consigliere comunale, avanzata dal Movimento 5 Stelle, riguardante la nomina degli scrutatori per le Europee del 25 maggio. La mia richiesta, presentata ufficialmente al Sindaco e al presidente del Consiglio e consolidata anche con una mozione di indirizzo prevede l’utilizzo di criteri di scelta dei nominativi degli scrutatori delle liste elettorali dando accesso preferenziale alle persone disoccupate alle quali ho aggiunto anche agli studenti; come detto non ha avuto nessun seguito e come da “stile Abbate” nessuna risposta, positiva o negativa, alla data utile per la scelta degli scrutatori. Una procedura, quella da me presentata, comunque fattibile visto che in tanti altri comuni d’Italia ci si sta muovendo in questo senso. Al danno si aggiunge la beffa in quanto il presidente del consiglio ha calendarizzato il prossimo consiglio comunale al 6 maggio con all’odg la mia mozione di indirizzo presentata il 17 aprile scorso, quindi una discussione sulla questione abbondantemente in ritardo rispetto alle scadenze previste per le tornate elettorali. Anche in questo caso emerge la discrasia permanente tra l’amministrazione ed il consiglio comunale che viaggiano in binari diametralmente opposti.
Da componente della commissione elettorale aggiungo inoltre che gli stessi miei colleghi hanno sottovalutato la questione non tenendo conto della proposta visto che oggi si procede al sorteggio degli scrutatori, criterio consolidato dalla precedente amministrazione per il quale dò atto all’attuale di averlo utilizzato garantendo neutralità e massima trasparenza nella scelta.
La mia mozione sulla nomina degli scrutatori tra gli studenti e i disoccupati voglio che sia discussa ugualmente in consiglio per poterla applicare nelle prossime tornate elettorali dando così un segnale di attenzione verso quei soggetti fortemente in difficoltà”.

About Author

Redazione

Redazione

Related Articles