Reteiblea

Paventata chiusura Polizia Postale di Ragusa, Mauro (FI): “Decisione inaccettabile ad esclusivo vantaggio dei crimini per mezzo informatico”

Paventata chiusura Polizia Postale di Ragusa, Mauro (FI): “Decisione inaccettabile ad esclusivo vantaggio dei crimini per mezzo informatico”
marzo 27
19:18 2014

“All’inizio del mese di marzo, il vice capo vicario della Polizia di Stato, il Prefetto Marangoni, ha comunicato ai sindacati le linee guida del progetto di razionalizzazione dei presidi territoriali di polizia che prevedono, tra le altre cose, la chiusura della sezione ragusana della Polizia Postale. In merito a questa particolare situazione intendo esprimere tutta la mia preoccupazione”.
Lo dichiara il senatore di Forza Italia, Giovanni Mauro, intervenendo a difesa del mantenimento della sezione di Polizia Postale di Ragusa.
“Proprio mentre sono sempre più frequenti i reati commessi per via informatica – dice Mauro – da quelli più diffusi come la diffamazione fino ai più gravi come la vendita e il possesso di materiale pedopornografico o la stessa pedofilia, è inaccettabile venire a sapere della chiusura di un così importante ufficio di polizia”.
“Il provvedimento – spiega il senatore – rientrerebbe nell’ottica della spending review, eppure sappiamo che il servizio espletato da questo particolare corpo di polizia si svolge all’interno delle sedi di Poste Italiane, con le spese di funzionamento a totale carico di questo ente, eccettuati ovviamente gli stipendi degli agenti di polizia. Tenuto presente, inoltre, che alla chiusura di questi presidi non seguirebbe il licenziamento dei dipendenti, non è chiaro a nessuno in che modo questa decisione potrebbe essere di un qualche vantaggio economico per le casse dello Stato”.
“L’unico discutibile risultato sarebbe quello di privare il territorio di agenti di polizia altamente specializzati in campo informatico – continua l’esponente di Forza Italia – ad esclusivo vantaggio della criminalità che opera per mezzi informatici. Altro che spending review!”.
“Per questa ragione – conclude – annuncio un mio intervento con una interrogazione rivolta al Governo ed al Ministro competente, per chiedere le ragioni che hanno spinto a tale decisione e fare auspici che la chiusura della sezione di Polizia Postale di Ragusa, come di altre 72 sul territorio nazionale, possa essere scongiurata”.

About Author

Redazione

Redazione

Related Articles