Reteiblea

Il futuro del Consorzio universitario è sempre più incerto

Il futuro del Consorzio universitario è sempre più incerto
Marzo 15
13:522014

Il futuro del Consorzio universitario e dei suoi dipendenti è e rimane un’incognita. Il commissario della Provincia Floreno, nonostante abbia dichiarato di voler mantenere l’università a Ragusa contestualmente ha dichiarato che, oggi, la struttura costa troppo e perciò, se la si vuol mantenere, occorre trovare soluzioni alternative nel breve periodo. Questo il senso ultimo dell’ennesimo incontro tra la Floreno e le sigle sindacali, Cgil, Uil, Cisl e Ugl.

La Provincia, per il 2014, ha già garantito il suo sostegno al Consorzio, quantificabile in un finanziamento di 150 mila euro, ma questo va considerato esclusivamente come una toppa, infatti se si vogliono dare delle reali prospettive all’Università iblea, al Consorzio e quindi alla Città bisogna redigere un nuovo piano di spesa, che nella razionalità trovi il suo tratto distintivo, che in altre parole significa attuare dei tagli sostanziali. Ma dove si andranno a trovare i fondi necessari per una seria programmazione, non è dato saperlo. I sindacati da parte loro si sono impegnati a presentare ai soci del Consorzio una proposta operativa di salvaguardia dei posti di lavoro dei dipendenti del Consorzio Universitario o di mantenimento dei livelli occupazionali assicurando gli stessi servizi. Proposta che ancora non ha visto la luce.

“Al termine dell’incontro ci siamo lasciati – dice il commissario Floreno – con l’impegno che i rappresentanti sindacali facessero pervenire al CdA del Consorzio, e per conoscenza ai soci, un piano finanziario per il mantenimento dei livelli occupazionali senza procedere ad alcun taglio di ore o di rivisitazione del contratto. A tutt’oggi non ho in mano alcun piano e l’occasione mi è propizia per ribadire, in largo anticipo, che l’impegno finanziario dell’Ente non potrà avere alcun incremento rispetto a quello indicato nel bilancio triennale, in considerazione anche dell’incertezza normativa sulle funzioni dei Liberi Consorzi che la nuova legge dovrà determinare”.

About Author

Rosario Distefano

Rosario Distefano

Related Articles