Reteiblea

L’Ampliamento dei cimiteri a Ragusa, sarà anche un’opportunità per le PMI

L’Ampliamento dei cimiteri a Ragusa, sarà anche un’opportunità per le PMI
gennaio 24
10:52 2014

Un giro economico per le piccole e medie imprese di Ragusa che si aggira attorno ai 48 milioni di euro. E’ quello che si concretizzerà con l’ampliamento dei tre cimiteri comunali i cui lavori dovrebbero essere appaltati a settembre. Sono le risultanze emerse da un incontro che la Cna territoriale, rappresentata dal presidente Giorgio Biazzo e dalla responsabile organizzativa, Antonella Caldarera, ha avuto con il vice sindaco Massimo Iannucci, con il dirigente dell’ufficio contratti del Comune, Rosario Spata, alla presenza del geometra Emanuele Russo, e con Antonio Vittoria, addetto ai servizi amministrativi cimiteriali.

Per quanto riguarda Ibla, l’Amministrazione comunale ha spiegato di essere già in possesso delle carte per l’acquisizione del terreno necessario all’ampliamento per soddisfare le 1.391 richieste esistenti, vale a dire 705 tombe e 686 mausolei. L’altro aspetto interessante, sempre a Ibla, è legato alla realizzazione di un tempio crematorio che sarà inserito nel Piano triennale delle opere pubbliche 2014 come progetto di finanza che la Cna auspicherebbe potesse uscire fuori dalle risorse delle Pmi della nostra provincia.

A Marina di Ragusa l’ampliamento previsto è già in atto: anche in questo caso sarà data la possibilità ai cittadini di assegnare e costruire le tombe necessarie. Il dato complessivo nei tre cimiteri, secondo le indicazioni fornite dal Comune, parla di 850 tombe e 850 mausolei. “Si tratta di una vera e propria boccata d’ossigeno non solo per le imprese del diretto – afferma il presidente Biazzo – ma anche per quelle dell’indotto che avranno così l’opportunità di potere circuitare delle somme essenziali per la loro sopravvivenza in un periodo molto delicato come quello che stiamo vivendo. Tutto questo grazie all’interessamento della Cna territoriale di Ragusa, dettato dal bisogno delle piccole e medie imprese che rappresentiamo per sbloccare risorse e lavoro nel nostro territorio, circostanza che ha spinto l’Amministrazione comunale ad accelerare tutte le pratiche per i cimiteri in tempi strettissimi e comunque saremo sempre vigili affinché le scadenze siano rispettate. Le procedure, per quanto riguarda i cimiteri, entreranno nel vivo a partire dal mese di settembre”. La responsabile organizzativa Caldarera aggiunge che “è stato pure sbloccato il nodo riguardante le 52 cellette ossario modulari che dovranno essere realizzate nel cimitero di Ragusa centro, dopo che il bando era stato espletato non rispettando, però, i contenuti del regolamento comunale di polizia mortuaria anche perché avevamo ricevuto segnalazioni dalle nostre imprese circa l’irregolarità del bando e anche perché molti cittadini avevano già pagato e aspettavano da tempo che venissero realizzate le cellette. L’Amministrazione – continua Caldarera – ha preso atto delle nostre perplessità e ha fatto in modo di incardinare l’iter in maniera differente risolvendo anche quest’altra complicata situazione”.

About Author

Rosario Distefano

Rosario Distefano

Related Articles