Reteiblea

Anche a Ragusa arriva “Comuni-Chiamo”

Anche a Ragusa arriva “Comuni-Chiamo”
Gennaio 19
14:012014

E’ partita l’interessante iniziativa 2.0 “Comuni-Chiamo”. In una conferenza stampa, svoltasi sabato a mezzogiorno, il sindaco Piccitto, l’assessore Martorana e il consigliere Carmelo Ialacqua, del Movimento città, hanno presentato questa che già si presenta come una rivoluzione nel rapporto tra citttadino ed istituzione. “Comuni-Chiamo” altro non è che un software, semplice ed intuitivo, che permette a chiunque di segnalare un qualsiasi disservizio all’ufficio competente dell’Ente.

Tramite un’applicazione, che va scaricata sul proprio iphone o tablet o android, il cittadino, ma anche il turista, in pochi minuti può fotografare il disservizio, scrivere due righe di commento ed inviare tutto al Comune. A questo punto l’intervento dei tecnici sarà immediato. “Con questo sistema – dichiara il sindaco Piccitto – avviciniamo il cittadino al Comune, stabilendo un filo diretto. Sino ad oggi i nostri concittadini mandavano le loro segnalazioni tramite Fb, mail o telefono. In questo modo, però, le tempistiche erano estremamente dilatate in quanto le singole segnalazioni dovevano essere raccolte e poi trasmesse agli uffici competenti, adesso il tutto sarà diretto senza intermediari”. L’applicazione che il consigliere Ialacqua ha presentato alla stampa è estremamente intuitiva. La prima schermata del programma presenta una serie di tipologie di disservizi, ad esempio, guasti idrici, discariche, illuminazione o strade. L’utente clicca sulla categoria di suo interesse, scatta la foto ed invia il messaggio. Questo non raggiungerà genericamente il Comune, ma verrà indirizzato direttamente ai pc del settore specifico.

Una rivoluzione, appunto, per una città più intelligente o come si dice oggi smart. Nei prossimi mesi il sistema verrà testato, durante questo periodo, verranno formati pure i dipendeti comunali. Finito il periodo di prova inizierà la pubblicizzazione a tappeto del nuovo servizio. Ad oggi sono in 30 i comuni che usufruiscono di questo sistema, che già conta più di 6000 interventi, un ottimo risultato visto che questo programma esiste dal 2011.

About Author

Rosario Distefano

Rosario Distefano

Related Articles