Reteiblea

Ordine del giorno anti Serit

Ordine del giorno anti Serit
gennaio 17
14:07 2014

Il documento che stigmatizza l’atteggiamento vessatorio dell’ex Serit, oggi Riscossione Sicilia, presentato dalla Cna territoriale di Ragusa alla conferenza dei capigruppo lo scorso 5 dicembre, è stato discusso ed esitato favorevolmente in Consiglio comunale durante la seduta di ieri sera. In aula era presente una delegazione dell’associazione di categoria guidata dal presidente territoriale, Giorgio Biazzo, accompagnato dalla responsabile organizzativa, Antonella Caldarera. E’ stato mantenuto, dunque, l’impegno che il presidente del civico consesso, Giovanni Iacono, aveva assunto per fare prendere atto dei contenuti del suddetto documento ai componenti dell’aula. Nell’ordine del giorno si chiede con forza al legislatore di intervenire per garantire una boccata d’ossigeno alle Pmi ed evitare che il tessuto produttivo sia sconvolto dalla chiusura a tempesta di imprese che oggi chiedono di potere essere sostenute. L’aumento di sanzioni, interessi e aggi, purtroppo, nel corso di questi ultimi anni è stata l’unica ‘politica’ demandata alla società di riscossione che ha così creato scompensi operativi non da poco, determinando, in molti casi, la scomparsa stessa delle imprese. “Ringraziamo il Consiglio comunale di Ragusa nella sua interezza – afferma il presidente Biazzo – per la disponibilità manifestata. Le piccole e medie imprese della città sperano che anche questo possa essere un altro passo per garantire una maggiore attenzione alle numerose problematiche con cui le stesse sono destinate a confrontarsi con il trascorrere dei mesi. Riteniamo soddisfacente l’esito di questa azione portata avanti dal civico consesso di Ragusa”. Iacono ha altresì assicurato la propria disponibilità, nella qualità di coordinatore della Consulta dei presidenti dei civici consessi dell’area iblea, a favorire la presentazione del documento, tramite opportuna sensibilizzazione, anche in quelle realtà locali in cui ancora non è stato preso in esame.

About Author

Redazione

Redazione

Related Articles