Reteiblea

30 telecamere vegliano sui sonni degli sciclitani

dicembre 10
17:53 2013

scicli_i00005fPoco più di trenta telecamere. L’occhio di un grande fratello veglia da qualche giorno contro la criminalità.
E’ stato attivato il sistema di videosorveglianza che presidia Scicli, i suoi ingressi, le vie di fuga.
Un progetto finanziato dal Ministero dell’Interno nella scorsa legislatura e attuato dalla Prefettura di Ragusa.
Il sistema è pienamente operativo e rappresenta lo stato dell’arte in tema di sicurezza: gli occhi elettronici sono infatti in grado di vedere anche di notte, il sistema è integrato sia da telecamere basculanti, in grado di roteare di 360 gradi, in maniera anche telecomandata e con possibilità di zoom, sia da telecamere leggitarghe, che incamerano tutti i numeri di targa in entrata e in uscita dalle arterie stradali. Ci sono anche le telecamere cosiddette “di contesto”, ovvero le panoramiche, che inquadrano campi molto larghi.
Le immagini vengono videoregistrate, incamerate e monitorate da una regia centrale.
Un sistema di altissimo livello tecnologico.
“Scicli, nel corso degli anni, ha conosciuto gli incendi alle auto e ai cassonetti, gli atti vandalici e più raramente le rapine –commenta il sindaco Franco Susino-. Oggi, grazie a una rete di controllo capillare, diurna e notturna, la città è presidiata, e chi delinque potrà finalmente essere acciuffato in tempo reale”.

About Author

Redazione

Redazione

Related Articles