Reteiblea

No alle ricerche petrolifere!

settembre 04
01:19 2013

piattaforma_trivella_mare_NI capigruppo del consiglio comunale di Ragusa hanno detto no all’unanimità alla richiesta di effettuare ricerche nel mare antistante alla costa iblea. Una scelta che come ha detto il presiidente Iacono era già nell’aria e segue un analoga decisione presa ad esempio dal comune di Scicli. Sull’argomento interviene anche il movimento “Territorio” . Tra parentesi avete notatao che nojn si sente più in giro il movimenmto ” Megafono” dovremmo chiedere a Lamattina cosa sta succedendo. Ma tornando alle ricerche petrolifere ecco la nota di Territorio:

Già nel 2010, con la delibera numero 389 della Giunta comunale e poi successivamente nel 2011, con varie relazioni e con il parere negativo manifestato perfino in diretta ai microfoni di SkyTg24, la precedente Amministrazione Dipasquale si era espressa in modo contrario alla richiesta di trivellazioni in mare che era arrivata dalla Transunion Petroleum Italia. Non si può che essere soddisfatti per la collegiale scelta della conferenza dei capigruppo del Comune di Ragusa che stamani ha dato il proprio parere negativo. “Si prosegue dunque lungo la scia già avviata dalla mia Amministrazione quando nel 2010 e poi nel 2011 abbiamo spiegato il nostro no alle ricerche petrolifere in mare – spiega l’on. Nello Dipasquale, deputato regionale ed ex sindaco di Ragusa – Prendo atto che con assoluta consapevolezza e altrettanta determinazione la conferenza dei capigruppo, convocata d’urgenza, ha espresso il proprio parere negativo rinnovando dunque le motivazioni che già negli anni scorsi avevamo addotto rispetto alla nostra contrarietà, ovvero la necessità di tutelare al massimo l’ambiente rispetto alle trivellazioni offshore non sempre sicure, come purtroppo ci è stato dimostrato da alcuni disastri a livello mondiale. Avevamo già detto che queste modalità potevano risultare dannose all’economia turistica ed ambientale del territorio e c’è dunque da essere soddisfatti che tale cognizione sia anche della nuova Amministrazione e dell’intero Consiglio comunale del capoluogo ibleo”.

 

:

About Author

Redazione

Redazione

Related Articles