Reteiblea

Agli arresti per stalking

Agosto 15
11:412013

polizia vittoriaNella mattina di martedì 13 agosto, gli uomini del Commissariato di P.S. di Comiso hanno tratto in arresto un trentottenne vittoriese (con specifici precedenti penali e di polizia) per il reato di atti persecutori posto in essere reiteratamente ai danni di una donna tunisina di ventisei anni, residente in Comiso.

In particolare, gli operatori della Volante di Comiso nella notte tra il 12 ed il 13 agosto u.s., a seguito della richiesta telefonica della donna giunta sulle utenze del Commissariato casmeneo, intervenivano presso l’abitazione della stessa, ove veniva segnalata la presenza di Giuseppe FIORILLA (n. a Vittoria il 19.4.1975 ed ivi residente) che con continue condotte persecutorie e vessatorie minacciava ripetutamente la donna, anche di morte, in seguito all’epilogo della loro relazione sentimentale iniziata nel giugno 2012 e durata fino al febbraio di quest’anno.

Dopo un primo accertamento negativo, i poliziotti – senza mai cessare le ricerche del medesimo nelle zone limitrofe all’abitazione ed in continuo contatto telefonico con la donna – rintracciavano il FIORILLA che, nelle more dell’arrivo della Volante, si stava introducendo all’interno della casa della donna, dopo aver danneggiato il cancello di ingresso dell’abitazione e la persiana di pertinenza della medesima.

L’uomo – già destinatario di misura cautelare di divieto di avvicinamento ai luoghi frequentati dalla vittima, all’abitazione della medesima, e diffidato a mantenere una distanza con la medesima ed i luoghi dalla stessa frequentati di almeno 200 mt, nonché con l’obbligo di non comunicare con la donna con nessun mezzo, in considerazione di pregresse denunce avanzate dalla stessa nel mese di febbraio c.a. – era stato da ultimo deferito in stato di libertà all’A.G. dalla polizia di Comiso in data 10 agosto u.s., con contestuale richiesta di emissione di misura di custodia cautelare in carcere, in considerazione di analoghi e reiterati comportamenti persecutori posti in essere ai danni della ventiseienne tunisina.

Allo stato, il FIORILLA, su disposizione del PM di turno, rimane ristretto in regime di arresti domiciliari presso la propria abitazione sita in Vittoria, in attesa della convalida dell’arresto e del rito direttissimo.

About Author

Redazione

Redazione

Related Articles