Reteiblea

Alla ricerca del treno perduto.

maggio 30
23:16 2013

camper cisl“Ragusa è una città isola dentro l’Isola, restiamo perplessi da come in un centro così importante non esista un trasporto ferroviario che possa collegarla a Siracusa a Catania o verso il centro Sicilia”. A descrivere la situazione dei collegamenti ferroviari di Ragusa è Domenico Perrone Segretario del Dipartimento ferrovieri della Fit Cisl , nel giorno in cui il camper del sindacato ha fatto tappa nella città e a Modica nell’ambito della campagna del sidnacato contro i disservizi del trasporto ferroviario, Alla ricerca del treno perduto.  Ragusa è servita solo da 6 treni (le destinazioni sono Gela, Siracusa, Modica, Pozzallo, Vittoria e Caltanissetta), gli altri servizi sono garantiti dai bus, tra un treno e un altro passano anche 5 ore . Per Siracusa esiste un solo treno diretto alle 19 ,che ha un tempo di percorrenza di tre ore e mezzo, per il resto i pendolari devono utilizzare il bus. Gela si può raggiungere solo con i pullman, per Catania non esiste collegamento. “Oggi è stato inaugurato nella zona l’aeroporto di Comiso, ci chiediamo che tipo di collegamenti possono essere garantiti agli utenti che intendono raggiungere l’aerostazione. Stessa situazione per un centro interessante turisticamente come Modica, con notevole affluenza di turisti, che non ha collegamenti ferroviari che possano essere definiti tali”. Fra i disagi riscontrati in giro per la Sicilia dal camper della Fit Cisl partito lo scorso 29 aprile facendo tappa già fra le principali stazioni dell’Isola come la provincia di Palermo, Messina, Catania, Siracusa, Agrigento, Caltanissetta, c’è la soppressione di corse, i treni affollati, vecchi e spesso guasti, le stazioni quasi del tutto abbandonate, la mancanza del materiale rotabile, un’offerta commerciale insufficiente.

About Author

Direttore

Direttore

Related Articles