Reteiblea

Programma per Anziani e Prima infanzia di Confcoperativa

Aprile 22
10:102013

infanzia ed anzianiPrimo riparto di risorse per il piano di azione coesione, lo strumento che contempla programmi per i servizi di cura per gli anziani e per l’infanzia. E’ stato dato avvio, infatti, al programma per i servizi di cura (Pac cura) con riferimento alla prima infanzia nelle quattro regioni interessate (Calabria, Campania, Puglia e Sicilia). L’obiettivo è l’ampliamento dell’offerta complessiva dei servizi e il loro riequilibrio territoriale. Confcooperative Ragusa, che in questa fase si sta occupando di interloquire con gli enti locali per la migliore destinazione delle risorse, chiarisce che i fondi assegnati potranno anche favorire il mantenimento dei livelli di servizio già garantiti, in particolare per quei Comuni che, pur avendo molto investito per fornire alla cittadinanza un buon servizio per l’infanzia, potrebbero vedere tali risultati messi a rischio per la forte contrazione delle risorse finanziarie ordinarie, nazionali e locali, destinate alle politiche sociali. Queste le cifre per la provincia iblea. Al distretto socio-sanitario di Vittoria sono stati destinati 862.884 euro, al distretto socio-sanitario di Ragusa 681.457 euro e al distretto socio-sanitario di Modica 926.771 euro. “Le risorse oggetto di riparto in questa prima fase, e si tratta di ben 2.471.000 euro per il nostro territorio – dice il presidente provinciale Confcooperative Ragusa, Gianni Gulino – rappresentano una importante occasione per sostenere l’avvio dei nuovi servizi oppure per rimuovere gli ostacoli e i vincoli per il mantenimento e il potenziamento dei servizi in essere. Per avere una idea del dimensionamento e dei potenziali benefici di tali risorse, si può considerare che queste equivalgono all’intera spesa per gli asili nido comunali. Le sole risorse di tale riparto consentirebbero di coprire interamente per un anno, ad esempio, le spese di gestione in nidi a titolarità pubblica. E’ comprensibile, dunque, che si tratti di risorse fondamentali rispetto alle quali è indispensabile avviare una concertazione che possa valutare qual è la migliore destinazione per le somme stesse. Come Confcooperative, ci siamo già messi a disposizione per indicare le strategie operative necessarie facendo in modo che questi primi fondi della Pac siano spesi al meglio”.

 

About Author

Redazione

Redazione

Related Articles