Reteiblea

Occhipinti? Non è il candidato di Megafono!

Aprile 10
14:162013

nellocrocetta La cosa si complica! Dopo la dichiarazione pervenuta ieri in redazione a firma di Lamattina con la quale si indica Emanuele Occhpinti come candidato per Megafono regitriamo, oggi, la dichirazione di . Nello Dipasquale della lista Crocetta-Megafono: “Apprendo dalla stampa che il nome del candidato a sindaco di Megafono è Emanuele Occhipinti. Fermo restando che è sempre un piacere quando uomini e donne decidono di scendere in politica e di scommettersi in prima persona nell’interesse della collettività, e senza nulla togliere al nome, da parlamentare del Megafono della città di Ragusa mi permetto di rilevare che non risulta che Occhipinti corra in nome e per conto mio. Megafono e i suoi massimi vertici hanno sempre condiviso la candidatura di Giovanni Cosentini. Tra l’altro Cosentini, a differenza di Emanuele Occhipinti, ha fatto già due campagne elettorali in favore di Megafono. Ricordiamo che il sottoscritto, con affianco Cosentini, ha svolto per il Megafono, la campagna elettorale per le Regionali e per le Politiche. E del resto la candidatura a sindaco di Cosentini nasce dal fitto confronto tra il sottoscritto, Cosentini, il sen. Lumia e il presidente della Regione. Proprio il governatore ha tra l’altro incontrato a Palazzo D’Orleans lo stesso Giovanni Cosentini e ha dato il via per la campagna elettorale già in tempi non sospetti. Mi permetto di dire che proprio nell’ultima seduta d’aula, avendo già sentito ipotesi avanzate in nome e per conto del Megafono, ho richiesto al presidente della Regione se fosse a conoscenza della possibile candidatura di Occhipinti, cosa da lui ovviamente smentita. Aggiungo che lo stesso presidente della Regione già da oltre 15 giorni, mi aveva personalmente autorizzato ad usare il simbolo del Megafono sui manifesti di Cosentini. Ma abbiamo deciso di attendere visto che era in corso la discussione sulle primarie” Vediamo come va a finire ora!

About Author

Direttore

Direttore

Related Articles