Reteiblea

L’autismo e l’impegno dell’Asp

L’autismo e l’impegno dell’Asp
aprile 04
12:51 2013

giornata_mondiale_dellautismo_2013In occasione della giornata mondiale dell’autismo, appena trascorsa, il Commissario Straordinario dell’Asp di Ragusa, Angelo Aliquò, ha voluto sintetizzare le numerose iniziative frutto dell’attenzione alla problematica. “L’ASP di Ragusa nel 2011 ha costituito un gruppo di lavoro multiprofessionale per la definizione della rete assistenziale per le persone affette da disturbo dello spettro autistico nella provincia di Ragusa,  al fine di predisporre un’ apposita progettualità finalizzata alla definizione di percorsi diagnostici e riabilitativi che si uniformino a principi e Linee Guida largamente condivisi da proporre ed attuare nella provincia di Ragusa.   E’ stata quindi creata  una rete integrata dei servizi che consente una diagnosi precoce dei disturbi dello spettro autistico nei bambini dai 0 ai 3 anni, che ha portato alla sigla di un protocollo di intesa tra l’Azienda Sanitaria ed i Pediatri di Libera Scelta, secondo il modello operativo HUB & SPOKE a cui ha fatto seguito, dal 19 febbraio 2013, la sottoscrizione di una convenzione tra l’IRCCS – OASI di Troina e l’ASP per l’attivazione di un Satellite di 16 p.l. per la riabilitazione di pazienti con disturbi dello spettro autistico o paralisi cerebrali infantili e per la promozione di ogni possibile forma di collaborazione, al fine di garantire una reale continuità assistenziale  e terapeutica nei confronti dei predetti soggetti deboli” E in proposito il Commissario Straordinario, Angelo Aliquò così conclude “…con l’U.O.C. di neuropsichiatria Infantile, coordinata dal direttore, dott. Pino Morando la nostra Azienda si colloca tra le realtà più avanzate della Sicilia. Nel 2007  l’ONU istituì una giornata dedicata all’autismo per promuovere la conoscenza di questa patologia che colpisce, solo nel  nostro paese,  1 bambino su 80. Fino a dieci, vent’anni  fa questa patologia   era riconducibile alla psichiatria o alla disabilità differenziata. Lo spettro autistico è vastissimo. Ci sono persone che hanno una vita normale. Dall’autismo non si può guarire ma esistono delle cure specifiche che possono migliorare le condizioni del singolo. In Italia sono stati fatti dei passi avanti enormi. Presso il Ministero della Salute, sin dal 2007, è stato istituito  il Tavolo nazionale sull’autismo composto da rappresentanti delle Associazioni maggiormente rappresentative nel territorio nazionale, da esperti, Tecnici delle Regioni, dell’Istituto superiore di sanità, delle società scientifiche e delle associazioni professionali della riabilitazione, che ha approvato una relazione  sulle problematiche dell’autismo. Successivamente  sono state elaborate  le “Linea guida sul trattamento dei disturbi dello spettro autistico nei bambini e negli adolescenti”, dove si afferma che l’autismo è un disturbo cronico dello sviluppo del sistema nervoso centrale ad esordio precoce che determina una disabilità complessa che coinvolge l’ambito sociale, comunicativo e comportamentale. L’orientamento internazionale raccomanda: la diagnosi tempestiva, nonché la presa in carico globale dei soggetti autistici, che si sviluppi per tutto l’arco della vita; la rete integrata di servizi sanitari, socio-sanitari ed educativi; l’approccio multiprofessionale e interdisciplinare; l’intervento abilitativo tempestivo, intensivo, strutturato e individualizzato.

About Author

Redazione

Redazione

Related Articles