Reteiblea

Scarso ringrazia e saluta.

Aprile 03
17:512013

My beautiful pictureGrazie a tutti per l’aiuto che mi avete dato in questa bellissima avventura. Così ha detto Giovanni Scarso nella sua conferenza stampa di commiato da commissario della Provincia di Ragusa. Un anno, quasi, di lavoro con grandi difficoltà economiche e politiche ma senza dubbio un’esperienza esaltante. Infatti nonostante gli enormi problemi, soprattutto di bilancio, la Provincia è riuscita a svolgere in pieno il proprio ruolo di istituzione guida per i territorio. Giovanni Scarso ha poi indicato quelli che sono stati i suoi fiori all’occhiello dalla risoluzione della controversia con l’Università, alla politica di risparmio ed austerità, all’appalto della stazione passeggeri di Pozzallo e via via. Tante piccole soddisfazioni che il l’avv. Scarso può mettere nel resoconto di questo anno di commissariamento. Cosa accadrà ora non è dato sapere. Secondo le solite indiscrezioni sarebbero in arrivo i nuovi commissari prefettizi nelle Province di Catania, Trapani, Caltanissetta e Ragusa. L’assessore regionale alle Autonomie locali, Patrizia Valenti, a margine della commissione Affari istituzionali dell’Ars ha infatti dichiarato “Abbiamo chiesto ai Prefetti di indicare alcune soluzioni, a breve avremo i nomi” . Non sappiamo quale siano, in questo caso, le valutazioni che potranno dare i prefetti. Crediamo piuttosto che l’idea sarebbe quella di inviare nelle Province degli ex funzionari delle prefetture proprio per sfatare la diceria che voleva Crocetta pronto a mettere i suoi proconsoli a capo delle nove province in dismissione. Intanto dopo la pubblicazione della legge sull’abolizione della Province in Gazzetta ufficiale, i commissari in carica nei quattro enti sono decaduti e dovranno essere sostituiti anche se non sappiamo con quale criterio. Non appena scadranno i mandati degli organi elettivi delle altre Province, anche lì arriveranno commissari prefettizi che rimarranno in carica fino a quando gli enti non saranno sostituiti dai liberi consorzi come prevede la legge entro il 31 dicembre di quest’anno. Giovanni Scarso

 

About Author

Direttore

Direttore

Related Articles