Reteiblea

Scicli, sequestrati 35 kg di droga

Marzo 30
11:062013

DSC_0019Nel corso di un’operazione di Polizia condotta dalla Squadra Mobile di Ragusa con la collaborazione del G.I.C.O. della Guardia di Finanza di Catania si è pervenuti al sequestrato di 35 chilogrammi di marijuana ed all’arresto di due corrieri di origine albanese Hysenay Ermand, di anni 26 e Bregaj Gazmend di anni 35 nonché di Magro Gugliemo Michele, sciclitano di anni 50, tutti incensurati. L’attività di p.g., generata da informazioni pervenute da organi collaterali esteri circa un possibile arrivo di un carico si sostanza stupefacente via Catania nella provincia iblea, si sviluppava a seguito degli accertamenti svolti dai suindicati Uffici che portavano a monitorare una Citroen C3 risultata noleggiata presso una società di Scicli parcata nella nottata di ieri intorno alle 13.00 all’interno dell’area di servizio I.P. sita sulla S.P. 194 (Ragusa – Catania), tenere di Lentini stante il fondato sospetto che l’auto in questione poteva essere utilizzata per effettuare il trasporto dello stupefacente si iniziava un servizio che dava l’esito sperato allorquando intorno alle ore 15.00 veniva notata giungere una Mercedes, con tre individui a bordo dalla quale scendeva il Magro che si dirigeva verso la Citroen attenzionata. Non appena il predetto saliva a bordo del mezzo gli operatori lo bloccavano, notando nel contempo che la Mercedes, alla vista dell’azione di Polizia, con manovra repentina fuggiva a velocità sostenuta in direzione Siracusa. Mentre gli operatori rinvenivano all’interno del bagagliaio della Citroen guidata dal Magro 34 Kg. di sostanza stupefacente, altre due unità della Squadra Mobile riuscivano a bloccare l’autovettura sulla circonvallazione di Avola mentre i due occupanti tentavano di fare rientro a Scicli. A seguito delle perquisizioni domiciliari, presso l’abitazione rurale ubicata in C.da Timperosse, tenere di Scicli nella disponibilità del Magro Guglielmo Michele, veniva rinvenuto un involucro contenente 1 kg di stupefacente. Stante i grandissimi indizi di colpevolezza raccolti, i summenzionati Magro, Hysenay e Bregaj venivano tratti in arresto e tradotti presso la casa Circondariale di Siracusa a disposizione della D.ssa D. Boschetto P.M. di Turno.

About Author

Redazione

Redazione

Related Articles