Reteiblea

Santa Croce Camerina, inaugurata tradizionale sagra San Giuseppe

marzo 16
20:22 2013

L'inaugurazione sagra di San GiuseppeUn paese in festa. I giorni di San Giuseppe, a Santa Croce Camerina, rendono l’aria più frizzante. E la testimonianza è arrivata anche questa mattina con le iniziative promosse dal Comune che hanno fatto registrare una consistente partecipazione di visitatori provenienti da ogni parte della provincia. Grande attenzione soprattutto per l’edizione 2013 della “Sagra di San Giuseppe” che, allestita in via Rinzivillo-piazza Celestri, ha permesso agli artigiani e ai piccoli e medi imprenditori locali di esporre i propri prodotti. Una vetrina eccezionale in un periodo dell’anno in cui l’attenzione è tutta puntata sul centro camarinense. A tagliare il nastro della sagra, questa mattina, il sindaco, Franca Iurato, con l’assessore allo Spettacolo e al Turismo, Rosa Varcadipane, e con tutti gli altri componenti della Giunta che hanno passato in rassegna i vari stand complimentandosi per la qualità delle produzioni esposte e per la particolarità delle iniziative portate avanti. Come quella promossa dalle organizzazioni professionali agricole (Cia, Coldiretti, Gruppo Agricoltori) che hanno messo in vendita alcuni prodotti per raccogliere fondi destinati all’acquisto di un defibrillatore, raccolta a cui il sindaco non ha voluto fare mancare il proprio contributo. “Ci siamo resi conto – ha chiarito il primo cittadino – che sono queste iniziative che esaltano l’appartenenza ad un territorio, mettono in luce il valore di una identità. I nostri imprenditori sono stati ben lieti di potersi mettere in mostra”. Tra le altre realizzazioni da menzionare, anche il simbolo della città di Santa Croce Camerina formato con prodotti ortofrutticoli da Biagio Emmolo e Tiziana Tartaglia, una felice intuizione che ha permesso di cogliere appieno il senso di queste giornate. Il sindaco Iurato, l’assessore Varcadipane e gli altri componenti della Giunta hanno poi visitato le cene di San Giuseppe allestite all’istituto comprensivo Psaumide, all’istituto Fabio Besta e al centro diurno anziani a cura dell’Unitre. Per ognuna delle cene, si sono complimentati con gli autori. “Per quanto riguarda i ragazzi delle scuole – ha aggiunto il sindaco – un modo splendido di onorare le nostre tradizioni, facendole proprie. Il sentire comune è che siamo in buone mani”. I rappresentanti istituzionali hanno poi sfilato in corteo verso la parrocchia di San Giovanni Battista, dove è ospitato il simulacro di San Giuseppe, con i figuranti che hanno impersonato la Sacra Famiglia, accompagnati dalle bande musicali. “Ancora una volta – ha detto l’assessore Varcadipane – un momento che ha unito la sacralità di queste giornate alla voglia di fare di un’Amministrazione come la nostra che ha cercato di dare risposta ad una serie di comparti in difficoltà”. Da qui l’idea di allestire nella sagra la mostra del pane, la mostra dei prodotti ortoflorovivaistici e la mostra dell’artigianato locale. Domani, a partire dalle 9, in piazza Vittorio Emanuele, ci sarà la cena all’asta. Poi, dalle 10 e sino alle 13, la visita guidata alle tradizionali cene. Quindi, la degustazione dei piatti tipici di San Giuseppe. A mezzogiorno, i tradizionali personaggi rappresentanti la Sacra Famiglia usciranno dalla chiesa madre accompagnati dalla classica marcia di San Giuseppe. Nel pomeriggio, a partire dalle 17, la processione del venerato simulacro del Patriarca.

About Author

Redazione

Redazione

Related Articles