Reteiblea

Per le vie di Vittoria anche in canoa!

Marzo 16
11:11 2013

La canoa in via dell'Euro“A Vittoria c’è un bacino artificiale in cui poter fare canoa e nessuno lo sa. In contrada Serra Rovetto, nei pressi di via dell’Euro (ingresso da Gela all’altezza della Ss 115), ogni qualvolta piove si forma un lago. Stiamo parlando di una zona strategica per la viabilità della nostra città sia in entrata che in uscita”. E’ quanto denunciano, in un documento, il presidente della Cna territoriale, Giuseppe Santocono, e il responsabile organizzativo, Giorgio Stracquadanio. “Questa strada – specificano i vertici cittadini della Cna – collega le due aree artigianali (pubblica e privata) e il mercato ortofrutticolo. Ai lati della stessa operano diverse attività imprenditoriali. E’ un collegamento fondamentale per l’economia di Vittoria. Infatti, grazie ad un viadotto si riesce a bypassare la linea ferrata che circonda la città. Più volte, semplici cittadini, titolari delle imprese insediate, autotrasportatori hanno sollecitato l’Amministrazione comunale a risolvere il problema. Di recente sono state pure raccolte delle firme proprio per sensibilizzare il Comune. Ma non si è mosso nulla”. La Cna sottolinea che “pochi giorni fa, il sindaco, annunciando la presentazione di un progetto di miglioramento della viabilità dal titolo fascinoso: “Street”, in cui il Comune è partner, dichiarava con enfasi: “Vittoria si è proposta ed è stata scelta come partner proprio in virtù della sua realtà agricola, e in particolare per il mercato ortofrutticolo, la cui produzione implica un massiccio trasporto su gomma e richiede lo sviluppo di nuovi sistemi e corridoi di collegamento. A fine maggio, in città sarà organizzato un convegno di presentazione delle strategie e delle iniziative a supporto del trasporto sostenibile in Sicilia”. Quindi, a maggio – proseguono Santocono e Stracquadanio – parleremo dei massimi sistemi, delle grandi infrastrutture, del trasporto intermodale, ma nella pratica non si riesce a fare un canale, un’opera di drenaggio che eviti l’allagamento di un pezzo di strada non più lunga di cinquanta metri. Ricordiamo al sindaco che quella porzione d’asfalto è super transitata. Auto di rappresentanti, di dipendenti, di cittadini, tir e furgoni di produttori che trasportano ortofrutta al mercato si sono spesso impantanati. A volte hanno chiamato i vigili del fuoco per essere tirati fuori. Bisogna risolvere in tempi brevi e in modo definitivo questo problema dopo di che, a nostro modo di vedere le cose, si potrà parlare di come “definire le esigenze e … individuare soluzioni trans-frontaliere in grado di dare risposte al territorio e alla fortissima domanda di nuove soluzioni in materia di logistica e trasporto di merce e persone”. Serve, crediamo, una rete viaria all’altezza della situazione”.

About Author

Redazione

Redazione

Related Articles