Reteiblea

Perde alle slot machine e simula rapina per giustificarsi con la moglie

Marzo 07
11:392013

Acate_-_Castello_Biscari

Venerdì scorso un muratore di Acate aveva denunciato una rapina, creando un forte allarme sociale; i Carabinieri hanno subito avviato una meticolosa attività investigativa per identificare i possibili autori del reato ed ora sono riusciti a dare una spiegazione a tutto. Nello specifico la vittima, verso le 16.30, si era presentata presso gli uffici della Stazione di Via Galileo Galilei denunciando che, una mezz’oretta prima, poco dopo aver prelevato 430 euro da uno sportello ATM di Via XX Settembre, era stato avvicinato da due soggetti che lo avevano malmenato sottraendogli tutto il denaro in suo possesso, dileguandosi poi a piedi per le vie limitrofe. Le immediata indagini avviate dai Carabinieri del comune biscaro hanno evidenziato che dal racconto della vittima c’erano degli elementi contrastanti, desumibili ad esempio dal fatto di non aver chiamato immediatamente il 112 e di non essersi fatto refertare da alcuna struttura sanitaria. Successivamente, gli accertamenti esperiti dai militari presso la Banca indicata in denuncia hanno appurato che effettivamente il prelievo era stato effettuato il giorno della denuncia, ma non negli orari indicati dal muratore (15.30 circa), bensì la mattina stessa. Smascherata la simulazione, è stato poi possibile ricostruire la vicenda: dopo il prelievo, il muratore si è recato ad effettuare una serie di scommesse alle slot machine conclusesi con esito negativo, recandosi poi a casa, ove, per giustificare il tutto alla propria consorte, ha improvvisato il racconto della rapina, pensando potesse finire lì. Successivamente, dietro le insistenze della consorte ed al fine di dare maggior credibilità alla propria versione dei fatti si è portato, unitamente alla stessa, in caserma per formalizzare la denuncia. Il giovane all’evidenza dei fatti si è visto costretto a confessare tutto ai Carabinieri e ora dovrà rispondere davanti all’A.G. iblea di simulazione di reato e di procurato allarme.

 

About Author

Redazione

Redazione

Related Articles