Reteiblea

Giornata mondiale della terra

Marzo 05
10:532013

scoutIl Cngei di Ragusa e l’Anfass insieme a Marina di Ragusa per festeggiare la giornata mondiale della terra. Continuano i festeggiamenti per il centenario della fondazione dell’associazione scout C.N.G.E.I. che ha visto impegnata la sezione iblea a Marina di Ragusa durante lo scorso week end. Ragazze e ragazzi del CNGEI si sono dati appuntamento nella frazione marinara per svolgere una serie di attività che hanno coinvolto, oltre gli scout del gruppo, anche l’associazione ANFASS, diversi diportisti del porto turistico di Marina di Ragusa e le tante famiglie. Sabato i ragazzi di CNGEI e ANFASS, nell’ambito del progetto nazionale “Earth Day” (Giornata mondiale della Terra), hanno piantumato circa 50 alberi tra ulivi, carrubi e pini in un area dismessa del borgo marinaro, tra via Putignano e via Porta Venere, che era stata individuata assieme al Comune di Ragusa e che adesso diventerà un piccolo parco. Un modo per dare un contributo al miglioramento della propria città. Domenica mattina, presso il Porto Turistico di Marina di Ragusa, è stata invece la volta dello scambio culturale con i diportisti stranieri che ormeggiano al porto. I ragazzi hanno potuto visitare le barche attraccate e approfondire, grazie alla disponibilità dei diportisti, la vita, le pratiche e i piccoli inconvenienti della vita dei veri lupi di mare. Lo scambio è poi proseguito negli stand montati nella piazza del porto, dove i volontari del CNGEI hanno mostrato ai diportisti i segreti della preparazione dei cavati al sugo di maiale, piatto tipico e storico della ragusanità. E stavolta sono stati i diportisti a chiedere, informarsi e perfino mettere mano alla preparazione mostrando particolare interesse per la nostra tradizione culinaria.

“Un’iniziativa ben riuscita e del tutto autofinanziata – raccontano gli organizzatori – che in questo momento di difficoltà degli Enti non è cosa di poco conto. Il CNGEI di Ragusa è riuscito nell’intento di stimolare il senso di appartenenza alla comunità, coinvolgendo tutti, giovani e meno giovani, e dando esempio di cittadinanza attiva. Un ringraziamento particolare va quindi al Commissario del Comune di Ragusa, d.ssa Margherita Rizza, al dott. De Marco dell’Azienda Forestale, alla società “Porto di Marina di Ragusa”, alla chiesa di Santa Maria di Porto Salvo che ci ha ospitati per la notte e all’ANFASS, senza la cui collaborazione non sarebbe stato possibile realizzare il progetto”.

About Author

Redazione

Redazione

Related Articles