Reteiblea

Sgarlata sui lavori di via Roma: “No ai parcheggi sul ponte”

Sgarlata sui lavori di via Roma: “No ai parcheggi sul ponte”
Gennaio 09
10:322013

roa“Mi preme intervenire, da delegata per il centro storico del Partito Democratico di Ragusa, sulla conclusione dei lavori di via Roma. Non voglio di certo entrare nel merito dei benefici che la riqualificazione porterà all’economia e alla vivibilità del centro storico perché ancora troppo presto per dare giudizi bensì intendo soltanto esprimere il mio pensiero su due aspetti”. E’ quanto afferma Alessandra Sgarlata, delegata del Pd di Ragusa sul centro storico, la quale precisa: “Sicuramente è stato meraviglioso passeggiare la mattina del 24 dicembre in piena tranquillità senza dover stare attenti alle macchine in transito o a quelle parcheggiate ovunque. Ogni tanto ci si sedeva per ammirare le vetrine e vedere le altre persone camminare a piedi. Un atto dovuto che però ha fatto penare non poco i commercianti e i residenti troppo spesso lasciati in balia di loro stessi. L’illuminazione è stata integrata con pali decorativi, ma risulta poco armonioso lasciare la vecchia illuminazione che pensavo venisse sostituita del tutto con la nuova”. “Poi – continua Sgarlata – per quanto riguarda i parcheggi sul ponte Pennavaria, ritengo che autorizzare la sosta non sia una felice idea. E’ l’ultimo cordone ombelicale che ci vede legati al disagio primo dei ragusani: non compro nel tuo negozio se non posso parcheggiare davanti l’ingresso. E poi, dal punto di vista visivo per chi viene da via Roma, la lunga distesa priva di ingombri ti porta immediatamente in piazza Libertà e quindi ti invoglia ad arrivarci per concludere la tua passeggiata o perché no magari continuarla fino a viale Tenente Lena luogo anch’esso con negozi e attività da “visitare”. In ogni caso, serve arredare il ponte. E noi abbiamo delle idee su come fare. Sicuramente non valutiamo positivamente l’ipotesi dei parcheggi in centro, avremmo agito diversamente decentrandoli per evitare afflussi consistenti di auto, ma questa è l’eredità che la precedente Amministrazione ci ha lasciato e dobbiamo adesso cercare di utilizzarla e sfruttarla nel migliore dei modi”.

About Author

Redazione

Redazione

Related Articles